energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Korea Film Fest: il cinema italiano secondo Bong Joon-ho Cinema

Firenze –  “La storia del cinema italiano è davvero sorprendente. Quando ero piccolo, avevo circa nove o dieci anni, ricordo di aver visto alla tv il film di Vittorio De Sica “Ladri di biciclette” che mi ha sorpreso molto…ricordo che anch’io a quel tempo avevo chiesto a mio padre di comprarmi una bicicletta”.

Sono le parole del regista Bong Joon-hopremio Oscar e presidente della prossima Mostra del Cinema di Venezia (foto), nell’intervista esclusiva realizzata per la 19/ma edizione del Florence Korea Film Fest, che sarà proiettata sabato 22 maggio al cinema La Compagnia di Firenze.

L’intervista sarà proiettata dopo la proiezione (ore 16,30) di Barking Dogs Never Bite, il film esordio di Bong Joon-ho (100 minuti). “A causa dell’emergenza sanitaria – ha spiegato il direttore del festival Riccardo Gelli – non abbiamo potuto invitare i registi e gli attori e quindi abbiamo pensato di chiedergli di organizzare delle interviste da remoto così da proiettarle al festival come se fossero con noi in sala!”

“Conosco anche diverse opere di Federico Fellini – spiega il regista Premio Oscar nel corso dell’intervista – in particolare “Amarcord” e “Le notti di Cabiria” sono quelle che preferisco. Tempo fa ho visto di nuovo molti film di Luchino Visconti che sono stati rilasciati in Blu-ray, “Il gattopardo”, “Le notti bianche” e uno dei miei preferiti, “Rocco e i suoi fratelli”. Quel film, proprio come Parasite, racconta di una famiglia provata da problemi economici che si trasferisce dal sud nord Italia per iniziare una nuova vita. Alcuni registi italiani a cui mi sono interessato negli ultimi tempi e che ammiro molto sono Francesco RosiErmanno Olmi e Marco Bellocchio. Recentemente sono diventato fan della regista italiana Alice Rohrwacher e sono rimasto molto impressionato dal suo film d’esordio “Corpo Celeste”. 

La seconda giornata del festival inizia alle 14.30 con il documentario “Shadow Flower” di Yi Seung-jun, sulla storia di una sofferta divisione familiare, in bilico tra i due paesi della penisola coreana: Kim è una casalinga nord-coreana, costretta e intrappolata dalla burocrazia a vivere a Sud, dove si era diretta per ragioni di salute. Così la donna teme di diventare solo un’ombra, un ricordo, per i suoi affetti cari. Alle 16.30 la proiezione di Barking Dogs Never Bite di Bong Joon-ho (a cui segue l’intervista in esclusiva realizzata dal festival) e alle ore 19, la proiezione di “Three Sisters” con la star del cinema sudcoreano, l’attrice Moon So-ri, alla quale il festival dedica la retrospettiva, con una selezione di sette pellicole.

Il festival continua online su Più Compagnia e MyMovies: in programma “Intruder”, “Best friend” e “Fighter” tra le ultime uscite al botteghino in Corea del Sud (per la sezione Orizzonti Coreani), “Friend” e “Untold Scandal” per la categoria New Korean Cinema (i film cult dell’ultimo ventennio), “The Running Actress” sempre nella sezione dedicata a Moon So-ri, film da lei scritto, diretto e interpretato nel 2017.

La manifestazione, ideata e diretta da Riccardo Gelli dell’associazione Taegukgi – Toscana Korea Association, è organizzata con il supporto Fondazione Sistema Toscana, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, KOFIC – Korean Film Council insieme ai main sponsor Conad e Unipol Sai.

Ingresso 6 euro. I posti al cinema La Compagnia saranno ridotti e gli ingressi contingentati secondo le disposizioni dell’emergenza sanitaria.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »