energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

L’avatar esce dagli schermi e vive tra noi Innovazione

Da quando nel 2009 è uscito il film di James Cameron, che si è aggiudicato tre premi oscar ed ha raggiunto incassi da record, tutti sanno cos’è un avatar.
Un alter ego realizzato con forme diverse, dal cartone animato al manga fino all’immagine del cantante o attore preferito, con cui rappresentiamo qualcosa di noi e attraverso cui viviamo una vita virtuale.
Le notizie che vengono dal Giappone ci fanno capire che la dinamica reale/virtuale si sta quasi per invertire
Emulando Al Pacino in “Simone”, è stata creata Hatsune Miku, una popstar avatar, il cui aspetto è frutto di un software grafico e la voce è ottenuta passando ad un sintetizzatore quella di una vera cantante. Hatsune vive nella realtà giapponese: con i suo dischi è in testa alle classifiche, tiene concerti che registrano il tutto esaurito, è presente in numerose campagne pubblicitarie ed è arrivata anche a posare per il “Playboy” nipponico.
Dopo di lei sono “nate” altre popstar virtuali, i gemelli Rin e Len e Luka Megurine.
Le AKB48 sono invece un gruppo femminile di idol giapponesi reali, prodotte da Yasushi Akimoto e dalla casa discografica Kings Records. Il gruppo, che tutti i giorni si esibisce dal vivo in un teatro di Akihabara, un distretto di Tokyo, è il più numeroso al mondo, con 61 elementi divisi in quattro il team, ed ha già venduto oltre 10 milioni di dischi. Le richieste per assistere ai loro concerti sono così numerose che i biglietti vengono estratti tramite una lotteria.
Fenomeno normale della nostra società finché, nel giugno di quest’anno, i fan hanno scoperto che una delle componenti della band, Eguchi Aimi, è una star “virtuale” generata al computer grazie a foto delle componenti più belle delle AKB48. L’integrazione era tuttavia perfetta.
Il manager del gruppo ha negato fino all’evidenza dei fatti ma su Youtube un video ha mostrato i dettagli delle cinque componenti della band usati per “creare” Eguchi.
La possibilità di comporre realtà nuove sembra poter diventare un fenomeno dilagante: Glico, un’azienda che produce caramelle pubblicizzate dalle AKB48, ha sfruttato l’occasione della ”scoperta” della cantante avatar e messo online uno speciale tool per costruire la propria Eguchi su misura basandosi su circa 5 milioni di combinazioni. Le creazioni si possono scaricare e condividere sui social network come Facebook e Twitter. 

Nella foto Hatsune Miku dal sito: http://www.comicsblog.it/

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »