energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La badante da oggi la trovi in farmacia. Cronaca

Qualificata, in regola, e niente “nero”. Una novità che arriva a Prato grazie al progetto “La badante di famiglia”: uno sportello nel cuore della Chinatown ,con sede negli studi medici della Farmacia Etrusca, che promette di fare da intermediario tra chi si offre come assistente familiare o badante e le famiglie che ricercano persone affidabili e competenti. A gestire lo sportello, attivo dal prossimo giovedì 6 otttobre, sarà la onlus 2M Centro Servizi di Borgo San Lorenzo, che per questa operazione si è vista concedere anche il patrocinio degli assessorati ai Servizi Sociali e alle Politiche per l’Integrazione e Multiculturalità del Comune di Prato. Sarà possibile rivolgersi agli operatori della onlus martedì (9,30-13,00) e giovedì (15,00-18,30).
Un’idea che combina assieme gli aspetti umano e sociale, la cura e il benessere della persona assistita, e che non trascura quello etico, fornendo alle famiglie personale referenziato e formato. Non si lascia indietro nemmeno la badante, a cui viene assicurato un adeguato riconoscimento professionale, considerato il ruolo sempre più importante che riveste nel panorama relazionale e affettivo di molti dei nostri anziani e di molte delle nostre famiglie.
«La nostra struttura ha come obiettivo il benessere non solo dell'assistito, ma anche della badante – afferma la direttrice della 2M, Marcella Morbiducci –  Le persone che cercano un lavoro come assistenti familiari vengono presso i nostri uffici perché hanno la certezza di trovare un lavoro regolare, con un contratto stabilito dal CCNL sulla disciplina del rapporto di lavoro domestico».
«Crediamo molto nelle iniziative che fanno da ponte tra la disponibilità degli immigrati a svolgere questo tipo di lavori e le famiglie, perché queste sono il primo luogo in cui realizzare la vera integrazione tra culture diverse – ha commentato l'assessore all’Integrazione Giorgio Silli – Si tratta di un servizio importante,che risponde alle necessità di assistenza dei nuclei familiari. Ben vengano progetti come questi da parte di onlus e di associazioni senza scopo di lucro».
La figura dell'assistente familiare o “badante” è una realtà di fatto oggi, causata dai cambiamenti che la famiglia e la società hanno avuto. Per questo, quello della badante è diventato un vero e proprio fenomeno sociale inserito anche nelle politiche sanitarie degli enti pubblici.
 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »