energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Biennale Internazionale dell’Antiquariato festeggia 60 anni Cultura

Firenze – La mostra più importante di antiquariato apre le sue sale il 21 settembre 2019 a Palazzo Corsini festeggiando i 60 anni di attività e presenza sul territorio fiorentino. Fino al 29 settembre il capoluogo toscano accoglierà le eccellenze dell’arte classica mondiale durante la Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze giunta alla XXXI edizione.

Le preview dell’attesissima mostra, con ospiti, collezionisti e curatori di musei si svolgeranno nei due giorni precedenti, con una cena di gala e fuochi di artificio il 19 settembre.

Sabato 21 settembre alle 10.30, nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio si inaugura ufficialmente la Biennale dove 77 gallerie internazionali presenteranno circa 4500 opere. Dalle sculture ai dipinti, dai mobili alle ceramiche e fregi di vari materiali, tutti oggetti preziosi e soprattutto rigidamente controllati da una commissione scientifica per validarne la provenienza e garantire ai compratori un acquisto sicuro.

Il sessantesimo anniversario è l’occasione per rinnovate partnership e nuovi programmi. Nel centro storico la Florence Art Week propone un ricco programma di eventi, conferenze e performance con la partecipazione di 36 gallerie fiorentine che per l’occasione prolungheranno l’orario di chiusura, come alcuni musei pubblici e 30 boutique. Via Maggio sarà il cuore di “Bellissima” per Biaf 2019 con mostre ed eventi insoliti dove i visitatori potranno ammirare opere inedite ed uniche grazie all’organizzazione dall’omonima associazione.

La partecipazione del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino è una delle importanti novità che comprende una mostra  fotografica “Biennale in Bianco e Nero 1959 – 1983” nel foyer del teatro curata dall’antiquario Bruno Botticelli che ha selezionato le foto dall’archivio della Biennale.

La storia del collezionismo in Italia è parte integrante della manifestazione. Molti antiquari hanno  partecipato attivamente alla nascita e alla vita della Biennale e legato indissolubilmente la loro storia a quella dell’antiquariato. Per questo una mostra nell’alcova di Palazzo Corsini “Universo Bardini” rende omaggio a Stefano Bardini definito il “Principe degli antiquari”. Questo attento mercante-collezionista vissuto tra l’Otto e il Novecento, ha promosso e creato delle prestigiose collezioni internazionali divenute nel tempo di grande valore storico-artistico..

Il programma della Biaf comprende un’ampia proposta culturale con un “Premio alle arti decorative o di design” il cui sponsor, Ronald S. Lauder assegnerà 25.000 euro ad alcune opere selezionate da una giuria, consentendo il restauro di opere del patrimonio culturale pubblico.

Il 25 settembre verrà consegnato a Antonio Paolucci il “Lorenzo d’oro”, realizzato dal maestro Marcello Guasti, per la sua attività nella divulgazione dell’arte italiana nel mondo.

L’allestimento della Biennale è stato affidato per la seconda volta a Matteo Corvino che comprende due grandiosi lampadari progettati da Carlo Scarpa  e realizzati da Venini provenienti dall’ex Teatro Comunale di Firenze dove saranno contornati da un originale intervento alle pareti di alto artigianato di San Patrignano.

Come ogni anno BIAF si avvale di partnership di alto livello, tra cui quelle con AXA XL Art & Lifestyle, main partner, e Fondazione CR Firenze, che anche quest’anno ha offerto il suo prezioso contributo per la realizzazione della manifestazione, e la nuova Partnership con il Maggio Musicale Fiorentino.

Per sottolineare l’apertura della Biennale verso la città, domenica 29 settembre i residenti dell’area metropolitana, dalle ore 13.00, potranno entrare liberamente alla mostra.

Foto: Giovan Battista Tiepolo: Siface davanti a Scipione l’Africano

Print Friendly, PDF & Email

Translate »