energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Città dei Lettori, da Villa Bardini la cultura del libro irraggia il territorio Breaking news, Cultura

Firenze – Roberto Saviano e Michela Murgia, Toni Servillo e Nicola Lagioia, Carlo Verdone e Beppe Severgnini, Nicola Gratteri e Massimo Carlotto. Grandi nomi del panorama letterario italiano attuale e tuttavia solo alcuni dei protagonisti della rassegna letteraria, in  collaborazione con Fondazione CR Firenze e Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e il supporto di Unicoop Firenze e IED, che ha come motto “Leggere cambia tutto”. 

La grande sfida della quarta edizione de “La città dei Lettori” è riportare il pubblico all’approfondimento culturale attraverso i libri e i loro protagonisti, ma anche far avvicinare alla lettura coloro che hanno perso questa passione. L’evento diretto da Gabriele Ametrano, ideato e curato dall’Associazione Culturale Wimbledon, quest’anno assume la modalità “diffusa”, con più di 60 eventi, oltre 100 ospiti d’eccezione e nove tappe che toccheranno diversi luoghi della Toscana pur mantenendone il cuore pulsante a Firenze, a Villa Bardini. La presentazione si è tenuta ieri mattina nella splendida residenza fiorentina. Un evento nell’evento, i 180 anni di attività di Giunti Editore, che sarà protagonista di un’intera giornata, il 26 agosto. Rinnovata anche la collaborazione con il Premio Strega che porterà a Firenze (venerdì 27 agosto) i vincitori delle diverse sezioni.
“Oggi più che mai vogliamo riaffermare l’importanza di portare la cultura fra le persone – spiega Ametrano – proprio per questo abbiamo deciso di rendere ancor più capillare la rassegna coinvolgendo nove comuni della Toscana. Un importante progetto, che in un momento di fragilità sociale, vuole imprimere nuovo vigore sostenendo che la cultura è anche incontro, unione e dibattito. Anche per questo ci siamo impegnati affinché l’intera manifestazione possa essere vissuta in presenza, in modo responsabile e sicuro.Come abbiamo sempre sostenuto ‘i lettori non si fermano’ e nemmeno noi”.

Il calendario.

Si comincia il 18 e 19 giugno con Pontassieve, poi sarà la volta di Grosseto (25/26), Montelupo Fiorentino (1/2 luglio), Villamagna (10/11), Sesto Fiorentino (14/15) e Arezzo (23/24). Come sempre il clou della rassegna è la quattro giorni fiorentina (26/27/28/29 agosto), per andare a chiudere a settembre con Calenzano (2/3/4) e Bagno a Ripoli (10/11). Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito(fino a esaurimento posti – non occorre prenotazione) e sarà garantito il rispetto delle misure anti Covid (programma completo su www.lacittadeilettori.it). “Siamo molto lieti – dichiarano i Presidenti di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e di Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron Jacopo Speranza – di poter salutare questa quarta edizione ‘in presenza’. Crediamo nei giovani e nell’importanza della loro formazione di cui la lettura è una componente fondamentale. Il festival è una tappa importante della nostra strategia e salutiamo con grande soddisfazione il suo allargamento anche al territorio regionale’’.

“La città dei lettori” si inserisce nel progetto Piazza Dante. #Festivalinrete che unisce quarantaquattro Festival di approfondimento culturale italiani. Nel corso degli appuntamenti spazio anche ai più giovani con “Io Leggo!”, curato da Teresa Porcella in collaborazione con l’Associazione Scioglilibro. Con gli appuntamenti “Paesaggi letterari” si ampliano su tutto il territorio toscano le passeggiate letterarie a cura di Serena Jaff e Francesca Ciappi, alla scoperta dei luoghi del festival insieme agli autori che ne hanno scritto o parlato. Sarà la quarta edizione anche per il “Florence Book Party”, curato da Sara Menichetti: l’appuntamento firma copie a Villa Bardini, porta più di 25 autrici e autori amati dai lettori del romance, del genere storico, del click-lit, della narrativa contemporanea e dei romanzi per giovani adulti. In occasione del festival nascono i progetti “Scuola di lettura”, che vedranno protagonisti le voci letterarie del Novecento che hanno dato ossatura a tutta la letteratura contemporanea, e la “Vetrina degli editori fiorentini”, un luogo di grande visibilità che riunisce gli editori fiorentini con alcuni dei loro titoli più suggestivi. Infine il 20 luglio l’omonima rivista sarà in libreria con il primo numero cartaceo che conterrà articoli e approfondimenti degli autori e degli amici de “La città dei lettori”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »