energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La cooperativa G. Di Vittorio festeggia a Massa i suoi 40 anni Notizie dalla toscana

Massa – Un convegno, uno spettacolo teatrale, un’esibizione musicale, un percorso espositivo: la cooperativa G. Di Vittorio festeggia a Massa i suoi 40 anni. E lo fa con un evento“Protagonisti del ben-essere delle comunità”, in programma domani 2 dicembre al Teatro Guglielmi, e con una mostra dell’atelier fiorentino “La Tinaia”, visitabile fino a domenica 3 dicembre nelle Stanze del Teatro.

Presenti la presidente della cooperativa sociale G. Di Vittorio Maria Antonella Oronte, l’assessore alla cultura e politiche sociali del Comune di Massa Mauro Fiori e la vicepresidente dell’associazione “La Nuova Tinaia onlus” Maika Cavarretta –  sono state presentate alla stampa le iniziative per celebrare questo speciale “compleanno” della cooperativa. Nata a Massa il 15 dicembre 1977 come cooperativa di servizi e trasformatasi in cooperativa sociale alla fine del 1993, la G. Di Vittorio società cooperativa sociale onlus conta oggi più di 1.500 occupati (oltre il 92% con contratto a tempo indeterminato oltre l’83% donne) e poco meno di 39 milioni di valore della produzione (dati al 31.12.2016).

“Alcuni ‘fili rossi’ attraversano la storia dei nostri 40 annicome l’impegno a garantire buona occupazione. Oggi, di fronte a bisogni sempre nuovi, la grande sfida è l’implementazione dei servizi attraverso le nuove tecnologie – afferma Maria Antonella Oronte, presidente della cooperativa sociale G. Di Vittorio -. Uno dei temi che ricorre in questo quarantesimo è anche l’impegno sui servizi di Salute mentale: ‘La Tinaia’ è un centro diurno terapeutico riabilitativo che gestiamo nell’area fiorentina in sinergia con la USL Toscana Centro; il gruppo “Liete Dissonanze” è nato all’interno dei Servizi della Salute mentale di Firenze. A Carrara abbiamo avviato una delle prime esperienze innovative in Toscana distruttura residenziale psichiatrica, quella di Sorgnano, che gestiamo in appalto con l’Asl di Massa e che sta dando risultati molto positivi. Su 353 utenti che abbiamo seguito dal 1997, il 64% è rientrato a casa o ha una sistemazione autonoma, l’8% vive in un gruppo appartamento: una buona percentuale ha dunque riottenuto un’importante fetta di autonomia”.

 La mostra “La Tinaia: cantiere creativo nelle arti visive”  (1-2-3 dicembre, Massa, “Stanze” del Teatro Guglielmi). C’è anche un ritratto di Giuseppe Di Vittorio (100×70 cm, acrilico su tela) appositamente realizzato dall’artista Marco Biffoli in occasione dei festeggiamenti per i 40 anni della cooperativa G. Di Vittorio, tra le opere che compongono il percorso espositivo “La Tinaia: cantiere creativo nelle arti visive”. La mostra, patrocinata dal Comune di Massa, è stata inaugurata oggi a Massa nelle “Stanze” del Teatro Guglielmi resterà aperta al pubblico da oggi 1 dicembre a domenica 3 dicembre con orario venerdì ore 13.00 – 19.00; sabato e domenica ore 9.00 – 19.00 (ingresso libero).

Aperta nel ’75 nell’ex ospedale psichiatrico fiorentino V. Chiarugi come spazio di espressività per i ricoverati dei reparti e inserita dagli anni ’90 all’interno della rete dei Servizi di Salute Mentale del Quartiere 2 di FirenzeLa Tinaia è ancora oggi luogo di creazione e diffusione dell’attività artistica, spazio nel quale le opportunità di esperienze creative sono occasione di percorsi trasformativi e di espressione. Valorizzate e riconosciute nel loro specifico spessore estetico, opere de La Tinaia sono presenti in importanti collezioni, musei, gallerie di arte contemporanea sia in Italia che all’estero: sono più di 200 le esposizioni realizzate in quaranta anni di storia in un cantiere che produce arte e cultura.

Il percorso espositivo “La Tinaia: cantiere creativo nelle arti visive”, che comprende le opere di 14 autori, si apre con uno sguardo sull’oggi, presentando opere realizzate da autrici e autori che frequentano attualmente l’atelier, e si conclude con opere di grandi dimensioni che fanno parte del patrimonio artistico raccolto in tanti anni di storia.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »