energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La danza di Virgilio Sieni, gioia dell’anima Spettacoli

Finalmente a Firenze, al teatro CanGo di via S. Maria, l’ultima creazione di Virgilio Sieni, neo direttore della prestigiosa Biennale Danza di Venezia, De Anima, che andrà in scena fino al 6 gennaio 2013. Il titolo è di nuovo una dichiarazione di quanto la filosofia, con l’arte e la poesia, formino la solida base su cui nascono le regie e le coreografie di Sieni. Infatti, dopo Lucrezio e La natura delle cose, altro capolavoro, è la volta di Aristotele il cui De Anima dà l’impronta a questo nuova fantasia danzata. In un’intervista Sieni ha detto che per il De Anima ha lavorato sull’immagine della malinconia e quindi le figure – i danzatori – che popolano il palcoscenico “sono Arlecchini malinconici, quelli dipinti per esempio da Picasso, il cui stato d’animo li muove in modo folle e accelerato oppure li fa decadere all’improvviso sul movimento musicale”.

Sul palcoscenico si muovono sei presenze, sei arlecchini riconoscibili per il nero copricapo e la tuta a losanghe, o calzamaglie dai colori rubati a dipinti famosi della Maniera, che entrano ed escono da un sipario rosa spento che fa da fondale, muovendosi sulla scena, ora correndo impetuosi, ora ripiegandosi a terra disarticolati, in a solo struggenti, pas de deux classici e romantici, agitate clownerie di gruppo. Li annuncia in un’aria densa e opaca, un misterioso oggetto, un grande uovo nero che oscilla avanti e indietro, suggerendo la suggestione di un pendolo, un metronomo arrovesciato che dà il tempo ai personaggi, sia quello reale che quello immaginario.

Le musiche sublimi di Bach sottolineano quella che Sieni definisce “la dolce dimensione di gioia estrema della danza”, e accentuano la grazia che appare a tratti nelle movenze dei personaggi, appena usciti dai dipinti di atmosfere settecentesche veneziane, come quelli di Pietro Longhi, a sua volta influenzato da Tiepolo. Geniale l’invenzione delle “ombre”, figurine tutte in nero da capo ai piedi, volto incluso, che ora duplicano i movimenti del ballerino, ora lo conducono e lo assecondano, sublimando il senso del gesto del corpo che tocca, comunica con un  altro corpo. Sieni concorda che lo spettacolo si basa molto sulle teorizzazioni aristoteliche sull'anima “come forma incorporata nella materia, immanente al corpo e ad esso legata da vincoli indissolubili e imprescindibili”, ma che c’è tanto d’altro, c’è quel tocco di follia che muove la gente del circo; c’è un’iconografia vastissima che si incentra su un certo Picasso ma però abbraccia un mondo di immagini che vengono da secoli precedenti e successivi al grande pittore; infine l’altra protagonista, la musica, anch’essa un viaggio nel tempo che da Bach salta all’improvviso nel canto popolare sardo a cappella e si chiude col ricordo nostalgico del rock dei Rolling Stones.

Chi meglio di Sieni stesso può descrivere la propria creazione: “Le danze sono come una raccolta di appunti. Arrivano dal buio, dal fondo, vicine. Danzano sempre nel loro essere attratti l'uno dall'altro. Entrano a folate, sembrano gruppi di famiglie, giochi di amici, esistenze lasciate e poi cullate: il tutto si sostiene tra corpi che cedono. Folate che fanno emergere una raccolta di quadri: tutti appunti, margini, pieghe sull'anima. Ogni quadro, come dei brevi racconti, cerca di esporre dei quesiti sul filo della narrazione: sono danze composte di accelerazioni, declinazioni e sospensioni verso l'attesa”.


REGIA, COREOGRAFIA, SCENE, COSTUMI VIRGILIO SIENI
INTERPRETAZIONE E COLLABORAZIONE RAMONA CAIA, GIULIA MUREDDU, JARI BOLDRINI, NICOLA CISTERNINO, ANDREA RAMPAZZO, DAVIDE VALROSSO
MUSICHE J.S. BACH, TENORE DE OROSEI
SARTORIA EMMA ONTANETTI – ELABORAZIONE COSTUMI GIULIA BONALDI
CAPPELLI ANTONIO GATTO – ELEMENTI SCENICI CHIARA OCCHINI
LUCI DAVIDE CAVANDOLI E ROLAND VAN ULDEN – ALLESTIMENTO VIVIANA RELLA
Biglietto intero € 10, ridotto € 8 _ Prenotazione consigliata.
INFO e prenotazioni: CANGO Cantieri Goldonetta, via Santa Maria 25, Firenze
Tel. 055 2280525 / 2337681  –  cango@sienidanza.it  –  www.cango.fi.it

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »