energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Fiorentina batte l’Inter in un divertente festival degli errori Sport

Firenze –Una pazza Fiorentina stende l’Inter 5-4 in 90′ minuti ricchi di sorprese e gol e con suspence finale. Eppure il primo tempo aveva denunciato la solita squadra in difficoltà in difesa e aveva visto per a tratti dominare la squadra di Pioli. Nessuno aveva fatto i conti con la giornata strepitosa di Babacar che nei primi 45′ aveva fatto già vedere un alto tasso di pericolosità. E neppure con la voglia di Vecino di uscire dalla sua classifica di peggior tiratore del campionato. Protagoniste negative in assoluto sono state comunque le due difese.

Ad andare in vantaggio sono stati i viola al 23′ con un tiro precisa di Vecino sotto la traversa su passaggio di Milic. Pochi minuti dopo però è arrivato l’uno-due dei nerazzurri: al 29′ gol di Perisic su passaggio di Candreva in azione di contropiede e al 34′ Icardi, sempre in contropiede contro il quale Sanchez non ha potuto fare nulla. La Fiorentina subisce il colpo poi si riprende e nel finale di tempo sfiora il gol con Borja Valero al 43′, palla respinta da Handanovic e poco dopo con un possible autogol di Miranda.

Al rientro in campo dopo appena 5 minuti Babacar si procura un rigore che però Bernardeschi spreca. Sousa lo cambia con Ilicic e Tomovic con Salcedo e la musica però appare cambiata. In due minuti fra il 17′ e il 18′ la situazione è ribaltata. Al 17′ pareggia di testa Astori su corner di orja Valero e un minuto dopo Vecino stende Handanovic con un diagonale imprendibile.

L’Inter subisce il colpo mentre la Fiorentina dilaga. il 4- 2 arriva con un tiro rasoterra sul plo opposto dopo una nuova verticale di Vecino. Piola cerca di correre ai ripari sostituendo Nagatomo e Kondobbia con Eder e Brozovic, ma la Fiorentina fa cinque al 34′ ancora con Babacar ben servito da Salcedo con un preciso rasoterra di prima intenzione.

Sembra fatta anche perché i nerazzurri sembrano frastornati ma la partita non è finita. Icardi prende in mano la squadra e al 43′ e al 45′ segna due gol: uno di girata con il destro che colpisce il palo ed entra in rete, il secondo di testa su corner. Sofferenza finale,  L’Inter ci crede, Astori salva sulla linea dopo un tiro di Brozovic , poi il fischio dell’arbitro. La vittoria sull’Inter riapre qualche speranza viola per l’Europa League e molti rimpianti per la partita contro l’Empoli gettata al vento.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »