energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Fiorentina in Europa League: Palermo battuto (2-3) Sport

Firenze – La Fiorentina conquista definitivamente l’Europa League battendo il Palermo alla Favorita, ma palesando per l’ennesima volta quegli improvvisi black out che hanno contrassegnato tutta la stagione. A una partita dalla conclusione del campionato c’è ancora addirittura la possibilità di superare il Napoli e conquistare il quarto posto. Tutto dipenderà dal risultato finale del derby romano domani sera e cioè dall’obbligo per la Lazio di vincere anche la prossima. Per la Fiorentina delle ultime partite, il Chievo non dovrebbe essere un ostacolo insuperabile.

Montella parte con la difesa schierata a  4 e davanti propone Ilicic e Salah a supporto di Alberto Gilardino.  Mario Gomez resta in  panchina e in attesa del suo prossimo destino. E’ di Ilicic, l’uomo più in forma della squadra gigliata, la prima occasione pericolosa al 16′ con tiro che sfiora il palo alla sinistra del portiere. Passano sette minuti e lo stesso Ilicic trova uno dei più bei gol dell’anno con un tiro da 25 metri a fil di traversa, soprattutto uno dei pochissimi gol che la Fiorentina ha realizzato con tiri da fuori area. Ma la soddisfazione dura solo tre minuti: Jajalo realizza un gol gemello alla sinistra di Neto, anche se da distanza più ravvicinata. Esce Salah che ha preso una botta ed entra Joaquin in tempo per vedere il secondo gol viola con un tiro di Mati Fernandez corretto in rete da Gilardino.

Al 39′ l’arbitro annulla una rete di Gonzalo Rodriguez per un precedente fallo di Gilardino in area. Il difensore goleador all’ottavo centro viene anche ammonito.  Si va al riposo con la Fiorentina che merita il vantaggio, ma all’inizio della ripresa ecco il black out: al 69′ tutti fermi dopo una mischia in area viola sul corner calciato da Dybala e Rigoni insacca da pochi passi. A questo punto la squadra di Montella ricomincia a giocare e dopo una splendida occasione di Joaquin, trova il vantaggio su una punizione di Ilicic, sponda di Gilardino e gran sinistro di Alonso che era subentrato all’infortunato Pasqual. Il finale torna incandescente con l’espulsione di Kurtic per doppia ammonizione al 93′. Borja Valero era subentrato a Ilicic salutato da una standing ovation dal suo vecchio pubblico che all’inizio lo aveva ripetutamente fischiato.

Foto: Josip Ilicic

Print Friendly, PDF & Email

Translate »