energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Fiorentina viva ma senza Pizarro” Sport

Alla vigilia della partita di Udine per Vincenzo Montella  l'immeritata sconfitta di domenica scorsa non ha destabilizzato l'ambiente. Anzi l'areoplanino è convinto che i suoi giocatori dimostreranno di saper reagire: "La squadra è viva, non ha avuto contraccolpi.  In questa settimana la squadra ha lavorato bene e sono convito che ci sarà una reazione sul campo". Ritornando alla sfida di 6 giorni fa contro il Pescara, Vincvenzo Montella analizza più nel dettaglio l'incontro e afferma: "In 20 anni di calcio non mi era mai capitata una partita del genere: avrei temuto al massimo il pareggio con il Pescara. In partite come quelle l'importante è non essere frenetici ed essere razionali. La squadra è consapevole degli errori commessi e credo che non ricadrà nel solito errore di domenica scorsa. È stata una situazione che nessuno dei miei giocatori aveva mai vissuto". Due parole anche sulla classifica dei viola al giro di boa: "Credo che siamo tante squadre forti in pochi punti. Anche una big può arrivare settima". Vincenzo Montella non firmerebbe per altri 35 punti nel girone di ritorno: "Analizzando il girone, i 35 punti sono figli dei meriti sul campo ma avremmo potuto fare anche qualche punto in più se la situazione fosse stata meno fortunosa". L'attenzione si sposta subito sul grande assente al Friuli: David Pizarro, il giocatore cileno è sulla via del recupero, ma la sua assenza a centrocampo si sentirà e l'allenatore napoletano sta ancora valutando chi scenderà in campo al suo posto: "Dobbiamo lavorare sul blocco del centrocampo, quindi valuterò chi è più pronto anche a livello caratteriale. Vediamo domani per le scelte.Non so se recupererà per la Roma, deve ancora allenarsi per bene."

Inevitabili, in questo periodo della stagione, parlare di calciomercato, la prima è in riferimento all'amico Totò Di Natale: "Non l'ho chiamato io… Mi ha chiamato lui (ride). Tra me e Totò c'è una lunga amicizia, gli piacerebbe lavorare con me ma non se la sente di lasciare Udine, anche perché non so se potrebbe avere il posto da titolare qui…". Sul sogno da fantacalcio Lampard, Montella afferma: "Non mi dispiacerebbe allenarlo… È motivo di orgoglio che un giocatore così voglia giocare con noi. Ci farebbe comodo, è fisicamente integro ed è un serio professionista". Una battuta anche su Marcelo Larrondo, prossimo ad indossare la maglia viola, la data è fissata per lunedì prossimo, Montella dichiara: "Lo stiamo seguendo, è un giocatore che potrà tornarci utile. Le società stanno trattando"

E poi c'è la  telenovela che ha accompagnato la Fiorentina nell'ultima settimana, distraendo il tifoso dal calcio giocato vero e proprio: il ricorso presentato dalla Roma alla Corte Federale riguardo alla discutissima decisione di giocare il quarto di fianle di Coppa Italia a Firenze, queste le dichiarazioni del tecnico viola:: "I regolamenti vanno letti prima di essere firmati. Le norme parlano chiaro. Credo che il ricorso sia stato fatto più per convenienza che per convinzione. Per immagine, direi". 

Due battute di rito anche sull'avversario: l'Udinese di Guidolin, squadra sempre ostica e capace di battere l'Inter 6 giorni fa: "Troveremo una squadra arrabbiata, probabilmente non meritavamo di vincere né alla 1a giornata né in Tim Cup. È una squadra molto forte che potrà sicuramente metterci in difficoltà". A chi chiede cosa può essere migliorato in questa squadra nel girone di ritorno, Montella replica così: "Dovremmo gestire meglio alcune situazioni, dovremmo tentare di essere più pratici e meno belli in alcune circostanze".  Poi c'è il rebus  Cuadrado e se domani giocherà, Montella risponde: "In Coppa Italia non ha fatto molto bene, spero di rivederlo meglio ad Udine domani". Sulla condizione atletica di Stevan Jovetic, il tecnico napoletano afferma: "Lo vedo particolarmente bene fisicamente, non l'avevo mai visto così. Farà benissimo". A chi chiede in che ruolo agirà Aquilani, Montella glissa dicendo: "È un giocatore molto duttile e lo posso utilizzare in altri ruoli, ma non è un vero vice-Pizarro anche se può giocare anche nel ruolo del cileno".

 A chi, per chiudere, chiede cosa preferirebbe il tecnico della fiorentina tra Coppa Italia e terzo posto, Montella resta vago e afferma: "Si possono fare entrambe le cose… Potrebbero mancare tutt'e due". 

Niccolò Dainelli

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »