energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La fontana di Piazza Grande verrà recuperata. La Fraternita dei Laici di Arezzo ha deliberato il restauro Arezzo, My Stamp

AREZZO – Nel 1603 l’architetto Gherardo Mechini ideò una fontana per la parte bassa di Piazza Grande. Era l’atto conclusivo del cosiddetto Acquedotto Vasariano, progettato da Giorgio Vasari negli ultimi anni di vita, portato avanti da Raffaele Pagni nel 1693 dopo lo stanziamento di 120.000 scudi da parte della Fraternita dei Laici e concluso proprio dal Mechini dieci anni dopo.

“Questa fontana, presente nell’immaginario del popolo di Arezzo, ha più di 400 anni e continua a portare acqua corrente dalla piana di Cognaia fino all’interno della città – ha detto Pier Luigi Rossi, primo rettore della Fraternita dei Laici. – La fonte ha un valore simbolico, in quanto esprime un’opera di misericordia corporale, cioè dare l’acqua agli assetati; ha un valore storico, perché è stata una fonte che ha dissetato il centro per secoli; ha un valore artistico, perché esprime la creatività e la manualità della gente aretina. Il Magistrato di Fraternita ha desiderato e deliberato il restauro della fonte e il ritorno dell’acqua zampillante come un orizzonte di ritrovata vitalità turistica, culturale e economica della stessa piazza”.

Il recupero è stato progettato dall’architetto Daniele Talozzi e i lavori saranno eseguiti da Luca Russi, con il controllo e la vigilanza della Soprintendenza ABAP di Siena, Grosseto e Arezzo.

L’intervento verrà portato avanti grazie al contributo finanziario di UBI Banca. “La vicinanza a progetti di tutela del patrimonio artistico del Paese è parte integrante della nostra missione – spiega Luca Scassellati, responsabile della direzione territoriale di Arezzo. – Questo nuovo impegno a fianco della Fraternita dei Laici, finalizzato a ridare lustro alla bella fontana, rafforza la nostra volontà di agire per creare valore sia operando con iniziative mirate ad aumentare il benessere socioeconomico della comunità, sia ponendosi come partner finanziario evoluto per famiglie e aziende”.

Dopo il restauro delle arcate monumentali utili a sostenere la condotta pensile fino ai piedi della collina di San Donato, ormai in dirittura d’arrivo, e dopo la creazione di una sala dedicata all’acquedotto all’interno del Museo di Piazza Grande, prosegue la mirabile opera di salvaguardia del patrimonio della Fraternita.

“Il restauro della fonte della piazza – conclude il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinellicontribuirà in maniera determinante alla valorizzazione di questo spazio straordinario, capace di continuare a sorprendere noi aretini e affascinare i tanti turisti che visitano la nostra città”.

(nella foto il degrado della fontana in un’immagine dello scorso inverno) 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »