energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Librairie française de Florence festeggia i suoi 30 anni Notizie dalla toscana

La Librairie française de Florence ha aperto trent’anni fa al pianterreno di Palazzo Lenzi, in piazza Ognissanti. Da allora offre una vetrina dell’editoria francese che propone novità e classici in letteratura, arte, scienze umane, didattica, art de vivre; ha clienti su tutto il territorio italiano e collabora con le istituzioni che promuovono la cultura francese.
Giovedì 6 dicembre la Librairie française de Florence festeggia i suoi 30 anni con una giornata tutta dedicata al libro, alle librerie e ai librai, articolata in varie iniziative e rivolta non soltanto a tutti i clienti della libreria, ma anche a chi non ancora la conosce e si interessa, per lavoro, per studio, o per curiosità personale alla cultura francese.
«Siamo felici ed orgogliosi di celebrare il nostro trentesimo compleanno -dichiara Bianca Maria Torricelli, direttrice. La nostra intenzione è di offrire una festa gioiosa e aperta a tutti, ma anche un momento di riflessione in una situazione di difficoltà per tutte le librerie».
Apre la festa – alle ore 17 – Anne Rabeyroux, direttrice dell'Institut Français Firenze, a cui seguono gli interventi di Cristina Scaletti, assessore alla Cultura della Regione Toscana, Annick Magnier e Bianca Torricelli, fondatrici della libreria, sul tema: Le librerie indipendenti: esperienze e prospettive. Alle 17.30 un divertente intermezzo con la messa in scena di alcune "perle" di humour involontario che i clienti talvolta prodigano ai librai (e viceversa), tratte da Perles de librairies di David Alliot e da Zadig et Voltaire di Jean-Louis Chifflet.
Alle 18.00 gli autori Laurence Cossé (Au bon roman) e Régis de Sá Moreira (Le Libraire) raccontano due loro romanzi che hanno per protagonisti le librerie, i libri e i librai. Coordina Gabriele Rizza.
→ Autrice di romanzi, racconti e pièces teatrali, giornalista e critica letteraria, Laurence Cossé ha pubblicato una dozzina di romanzi e racconti, per lo più per Gallimard.  Au bon roman (uscito in Italia da e/o nel 2010 col titolo “La libreria del buon romanzo”) ha per soggetto l’onnipotente complesso culturale e commerciale che nella società moderna ha trasformato la demagogia culturale in sistema. Il suo ultimo libro Les amandes amères/Le mandorle amare, Gallimard  2011 è uscito in italia sempre da e/o nel 2012
Régis de Sá Moreira, nato nel 1973 nella periferia parigina da padre brasiliano e madre francese è autore di vari romanzi, che hanno riscosso ottimo successo. In Italia ne sono usciti due per Aisara: Mariti e mogli (2012) ed Il libraio (2011): in una libreria come tante, vive un libraio un po’ fuori dal comune, che si nutre solo di libri e tisane e – giorno e notte – si cura dei suoi clienti: quelli che non hanno mai letto niente, quelli che frugano tra gli scaffali alla ricerca di sé stessi o ragazze affette dalla sindrome da ultima pagina.

452467.pngAlle 19.00 un aperitivo suggerito dalle pagine di noirs francesi, con piatti quali le Rillettes du Morvan/Pasticcio del Morvan  di Simenon  (La patience de Maigret) o sempre da Simenon la Tarte aux pommes bas-rhinoise/ Crostata di mele del basso Reno (Maigret à l'école di Simenon) o l’Anchoïade/ Acciughe marinate di Jean-Claude Izzo (Chourmo).
La serata si chiude con la proiezione – alle ore 20.00 – del film La Lectrice di Michel Deville [Francia, 1988], tratto dai libri La Lectrice e Un fantasme de Bella B. et autres récits di Raymond Jean. Protagonista è Constance, lettrice a domicilio tra incontri e disavventure di vario genere.


DOVE: Librairie Française / Institut français de Florence – Piazza Ognissanti 1/2
Programma
INFO Tel: (+39) – 055 212 659 – libfranflorence@iol.it – LibreriaFranceseFirenze.it

Print Friendly, PDF & Email

Translate »