energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La magia al Meyer con “Le finestre dei sogni” di Ragazzini Cronaca

Firenze – Due enormi schermi per lasciarsi trasportare dalla magia delle immagini create da un grande artista e quattro touch-screen per permettere ai bambini di liberare fantasia e creatività mentre aspettano di sottoporsi a una visita o a un esame. Si chiamano Le finestre dei sogni e sono le novità che, da domani, per dare il benvenuto alla Primavera, accoglieranno grandi e piccoli nella sala d’attesa davanti agli ambulatori specialistici e alla radiodiagnostica dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Per celebrare l’evento, domani pomeriggio, sarà organizzata una piccola festa, a cui potranno prendere parte tanti cittadini di tutte le età. 
A creare i contenuti di queste finestre un po’ magiche è stata la fantasia di Giuseppe Ragazzini, pittore, scenografo e visual artist non ancora quarantenne, ma già apprezzato a livello internazionale. L’obiettivo è quello di portare distensione e relax in un momento molto particolare, quale è quello dell’attesa, in cui l’attenzione – soprattutto dei genitori – è concentrata sull’esito della visita medica dei bambini. Le immagini animate, e i delicati effetti sonori e musicali che le accompagnano, sono pensate per favorire il rilassamento e allontanare stress e preoccupazioni, attraverso l’immersione in una narrazione “altra”, fatta della materia dei sogni e della creazione artistica. 

Ogni sezione del filmato – al momento la durata è di trenta minuti, ma i contenuti saranno presto ampliati – ha un tema conduttore: i colori, la primavera, il mare, i paesaggi, l’abbecedario.  Come in un coloratissimo caleidoscopio, si potrà ammirare la sfilata degli animali che compongono il circo immaginario del Meyer, si contempleranno montagne innevate, tramonti e spiagge deserte bagnate da acque cristalline e si resterà incantati davanti al mondo sottomarino o allo sbocciare di fiori e colline piene di farfalle variopinte. Accanto al puro godimento estetico, è previsto anche un momento didattico con l’utilizzo delle lettere e il loro allegro comporsi in vocaboli e parole.

Sarà Arturo, un personaggio fantastico, a insegnare ai bambini come utilizzare i touch-screen interattivi posizionati ai lati della videoinstallazione, invitandoli al gioco e trasformandoli, da semplici spettatori, in protagonisti. Nella sala d’attesa i piccoli avranno infatti a disposizione quattro schermi tutti per loro, per giocare e divertirsi in modo creativo utilizzando una app che Ragazzini ha creato apposta per il Meyer. La loro fantasia potrà sbizzarrirsi utilizzando e combinando tra loro varie categorie di oggetti, alcuni dei quali provengono da famosi quadri di grandi pittori come Mirò, Rousseau il Doganiere e Duccio di Boninsegna. Con un semplice movimento delle dita, i piccoli potranno scegliere i pezzi preferiti e trasformarli in un nuovo disegno. Grazie a un’etichetta, ogni opera creata dai bambini sarà “firmata” e titolata. Poi potrà essere spedita come cartolina virtuale via mail o condivisa sui social network o, ancora, caricata su una galleria web, accessibile tramite l’applicazione: la Gallery Art del Meyer. Un luogo virtuale bellissimo che presto sarà popolato dai capolavori di tutti i bambini. 

L’allestimento artistico rientra in un progetto sostenuto dalla Fondazione Meyer nell’ambito delle iniziative di umanizzazione e di accoglienza delle cure nell’ospedale pediatrico. 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »