energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La magia di un capolavoro del cinema: il Mago di Oz Cinema

Firenze – Per grandi e piccini assolutamente da non perdere Domenica 11 (ore 16.30) e Lunedì 12 Dicembre (ore 21.00) un importante evento speciale al Cinema Odeon (Piazza Strozzi), che in collaborazione con la Cineteca di Bologna, presenta uno dei più grandi capolavori della storia del cinema, “Il Mago di Oz”, in versione restaurata (domenica 11 in versione italiana, lunedì 12 in versione originale con sottotitoli in italiano).

Il mago di Oz è un film del 1939 diretto da Victor Fleming. Il film è ispirato a “Il meraviglioso mago di Oz”, il primo dei quattordici libri di Oz dello scrittore statunitense L. Frank Baum.

Regista della trasposizione cinematografica è Victor Fleming, noto anche per “Via col vento”, uscito nello stesso anno, mentre la protagonista (Dorothy Gale) è Judy Garland, una delle attrici di maggior successo dell’epoca. Il film ha ricevuto molti riconoscimenti ed è considerato un classico della storia del cinema.

La nota canzone “ Over the Rainbow” (musica di Harold Arlen, parole di E.Y. Harburg e interpretata dalla protagonista Judy Garland) è stata successivamente reinterpretata da molti artisti e usata in diversi ambiti.

Le avventure della piccola Dorothy e del suo cagnolino Totò in un mondo fantastico in cui sono stati trasportati da un tornado. In compagnia di tre simpatici amici, il leone, lo spaventapasseri e l’omino di ferro, Dorothy sconfiggerà una brutta strega e conoscerà la verità sul misterioso mago di Oz, prima di scoprire che si è trattato solo di un sogno e che la vera felicità sta nel cortile dietro casa.

Storie, colori, personaggi, intrecci e svolgimenti che rievocano le avventure di Alice nel paese delle meraviglie o la magia e l’incanto della foresta di Biancaneve.

Nuova Alice attraversante lo specchio, Dorothy passa da un mondo monocromatico a un luogo pervaso da colori ma che conserva i suoi lati oscuri. Come nel suo vivere quotidiano si troverà davanti chi le vuole male (ora sotto forma di strega) e chi ha delle qualità individuali (coraggio, intelligenza, cuore) che nel momento in cui si uniscono conducono ad esiti positivi. Non mancano, grazie al mago imbroglione, anche annotazioni ironiche sugli esseri umani e sui loro atteggiamenti (che nel libro di Baum avevano dei, non troppo velati, rimandi ai politici del suo tempo) ma ciò che prevale è la sontuosa messa in scena che ne fa un film capace di appagare lo sguardo anche dello spettatore dei nostri giorni.

“Il Mago di Oz” è un film anche pedagogico che ci racconta l’America e ci fa riflettere sul nostro presente.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »