energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

La pace del Vaticano torna a Palazzo Vecchio Cronaca

E’ dal 1984 che ogni anno l’Arcivescovo di Firenze consegna al Sindaco di Palazzo Vecchio, allargato poi negli anni a Giunta e membri del Consiglio Comunale, il tradizionale messaggio del Papa per la Giornata Mondiale della Pace, che la Chiesa celebra il 1 gennaio, giunta quest’anno alla 45ma edizione. Fu l’allora Cardinale Silvano Piovanelli ad introdurre questo appuntamento, diventato ormai tradizionale nell’agenda istituzionale di Palazzo Vecchio. Lo ricordò lo stesso Piovanelli il 30 gennaio 2001 nel suo ultimo incontro, poco prima di lasciare la guida della diocesi: “Da quando sono stato nominato vescovo di Firenze, questo incontro si è rinnovato puntualmente ogni anno, dall’84 a oggi. Non credo che questo succeda altrove, e sempre mi sono sentito a mio agio. Voglio dunque esprimervi la mia gratitudine e il mio rispetto, con l’augurio che possiate far fare alla nostra città ulteriori passi sulla strada del dialogo e dell’accoglienza”. Da allora questo incontro, visto con qualche perplessità da alcuni vescovi della nostra regione, ha incontrato la “fiducia” di alcuni di loro, che ormai da anni hanno copiato l’idea del loro Presidente, in quanto l’Arcivescovo di Firenze è anche presidente della Conferenza Episcopale Toscana, ed incontrano, all’inizio dell’anno i Sindaci che sono presenti nei territori delle loro diocesi per consegnare il messaggio del Papa. Quest’anno l’appuntamento a Palazzo Vecchio è fissato per lunedì prossimo, 13 febbraio. Un appuntamento a cui tiene molto lo stesso Betori felice “per aver aperto ancora una volta all'arcivescovo le porte di questo palazzo”, come disse nel suo primo incontro, il  23 gennaio 2009, all’allora Sindaco Leonardo Domenici.“Non so se in tutte le città d'Italia sarebbe possibile fare quello che facciamo a Firenze – disse Betori – molte non lo fanno. Solo laddove c'è una chiarezza di rapporti questo può essere possibile, senza confusione di ruoli e senza che possa apparire come ingerenza o altro. Sono molto grato al sindaco e al consiglio comunale di aver dato anche quest'anno rilievo istituzionale a questo momento”. Un appuntamento che però, per alcuni consiglieri, più che istituzionale è una vetrina per mettersi in mostra davanti a fotografi, cameraman e giornalisti.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »