energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Petroli Firenze lascia il ciclismo Sport

Al termine della stagione 2013 la Petroli Firenze concluderà la sua avventura nel mondo del ciclismo. La decisione è stata presa dal patron Sandro Pelatti in accordo con gli altri membri della famiglia e in seguito alla morte di Daniele Tortoli. La scomparsa del tecnico ha lasciato un vuoto incolmabile in seno alla squadra ed ha sconvolto tutti i componenti della società. Impossibile proseguire senza quella figura che negli ultimi tre anni è stata il motore della Petroli Firenze. Una decisione dolorosa e sofferta, ma maturata con assoluta consapevolezza e con l’orgoglio di chi è arrivato, con passione e professionalità, ai vertici della categoria Elite e Under 23. Il Team Petroli Firenze Wega Contech proseguirà la sua avventura fino al termine dell’attuale stagione, per onorare gli impegni presi con la solita determinazione di sempre. Il motivo della decisione è spiegato in prima persona da Sandro Pelatti. Di seguito una breve lettera scritta con il cuore dal patron della Petroli Firenze.

Con tristezza, ma anche con la soddisfazione che ci ha portato fino a qui (capaci di conquistare tanti successi sportivi importanti e di mettere in bacheca diverse maglie) e dopo una approfondita valutazione sul futuro, la nostra società ha deciso di lasciare il ciclismo.
Lo facciamo proprio nel momento in cui siamo arrivati ai vertici della categoria dilettantistica, grazie al lavoro, alla professionalità, alla preparazione e all’immagine creata dal nostro compianto direttore sportivo Daniele Tortoli, un uomo che ha saputo regalarci successi su tutto il panorama nazionale e oltre. Successo arrivato non solo nelle gare, ma anche nella vita di tutti i giorni. Daniele ci ha insegnato infatti a lottare contro tutto e contro tutti, con la lealtà e la generosità che io conoscevo. Eravamo diventati grandi amici e non riesco ad affrontare un futuro nel ciclismo senza di lui.
Lui sapeva come muoversi in un ambiente ostile che conosceva alla perfezione e la mia convinzione è che potremmo fare soltanto peggio, distruggendo il suo lavoro e il suo insegnamento..
Sono stati tre anni stupendi per me, per l’immagine della Petroli Firenze e anche per tutti gli altri sponsor che ci hanno supportato in questo progetto.
Dedico il mio più sentito ringraziamento agli sponsor, agli sponsor tecnici, a mio zio Giovanni Pelatti, a Franco Tosi, al nostro Direttore sportivo Carlo Viviani (che ha saputo sorreggerci nel momento più triste) e a tutto il gruppo di Daniele Tortoli. A Giovanni Tortoli, a Franco Camiciottoli, a Francesco Pratesi, a Maurizio Redditi e a Igors dico “siete stati straordinari”.
Al “gruppo” della Wega-Valdarno, nelle persone di Carlo Cardinali e Leonardo Gigli che avevano sposato il nostro progetto da poco, và il mio ringraziamento per la serietà e per la disponibilità dimostrata in questo periodo.
Ringrazio di cuore i nostri “ultimi” atleti, anzi i ragazzi di Daniele, per aver onorato sempre al meglio la maglia della Petroli Firenze e faccio loro un sincero “in bocca al lupo” per il futuro.
Infine vorrei chiedere scusa a tutto il mondo del ciclismo per non aver trovato la forza e la convinzione di portare avanti questo progetto senza Daniele. Nemmeno a lui piacevano le mezze misure. Non si accontentava di partecipare, voleva primeggiare! Questa era un'altra convinzione che ci univa!!!!!!!!!

Sandro Pelatti

 

Foto ufficio stampa

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »