energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La povertà degli europei Società

Certo complessivamente spendono 220 miliardi all’anno, una cifra che sembrerebbe di tutto rispetto ma che nasconde una realtà quotidiana durissima per gli strati più indigenti del continente. Stando a uno studio effettuato da Ashoka, la ONG specializzata nelle reti di imprenditori sociali,  e Accenture (colosso mondiale di consulenza) in sette paesi europei (Francia, Belgio, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Spagna e Polonia), i milioni di europei  con meno mezzi dispongono  in media al giorno di 5 euro per alloggiare, 4 euro per mangiare, 2 euro per curarsi, 2 per spostarsi, 1 per vestirsi e 1 per comunicare.  Cifre che chiaramente si traducono in gravi difficoltà che vanno dai problemi di riscaldamento per 21 milioni all’alloggio stesso, per 12 milioni troppo esiguo o insalubre.  Senza contare che l’11% dei redditi viene consacrato al rimborso dei prestiti.

Prestiti che non sempre possono essere onorati: oltralpe ad esempio, negli ultimi 5 anni i dossier inviati alla Banca di Francia dai ‘superindebitati’, cioè da chi si rivolge  alla banca centrale perché non riesce piu` a far fronte agli impegni sottoscritti, sono  stati oltre un milione e, secondo gli ultimi dati, 900.000 sono stati  accolti.  A chiedere aiuto sono soprattuto i senior. Causa principale sono i crediti al consumo ma anche la difficoltà a pagare affitti e bollette.

Foto: www.federalunion.org.uk

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »