energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La prima scultura di Matilde Calamai in mostra a Florence Biennale Cultura

Firenze – La pittrice toscana Matilde Calamai parteciperà alla X edizione della Biennale di Firenze che si terrà dal 17 al 25 ottobre alla Fortezza da Basso, grazie al sostegno dell’emittente televisiva RTV38, televisione che la vede protagonista ogni settimana con “Pronto Dottore”.

“ Lavoro a RTV38 da otto anni ed il fatto che la famiglia Mugnai mi sostenga anche come artista mi gratifica enormemente.” dice la Calamai
“ Alla Biennale presenterò la mia prima scultura THE CITY, un omaggio a due grandi artisti che vivono a Firenze: Artemisia Viscoli e Marcello Guasti.”
 Ed è proprio la città ideale, ARTE E POLIS, il tema di questa edizione della Florence Biennale.
Matilde Calamai è presentatrice tv, speaker radiofonica, artista e autrice.
Attualmente ha pubblicato quattro libri mentre i suoi quadri sono stati esposti in Italia e a New York City .
calamai2
Matilde Calamai si dedica alla pittura da diversi anni, ottenendo ampi consensi di critica e di pubblico. I tanti viaggi in giro per il mondo, soprattutto tra l’Africa e l’America, le tante letture e
un’ innata curiosità hanno contribuito a determinare un radicale cambiamento sul piano dell’espressione pittorica, inducendola a passare da un lessico di tipo tradizionale a uno stile più libero e sperimentale, soprattutto per quanto attiene l’uso del colore.
Nel 2012 espone per la prima volta i suoi lavori materici in una mostra personale alla Galleria “La Pergola Arte” di Firenze, subito seguita dalla partecipazione a un’importante collettiva al GAMEC, Centro Arte Moderna di Pisa.
A Settembre 2013 espone alcune opere nel nuovo spazio espositivo polivalente del progetto “Arte per strada” di Prato.
A dicembre 2013 ha partecipato alla mostra collettiva “The Odyssey Within” presso l’Agorà Gallery di New York, galleria che attualmente rappresenta l’artista in America.
Ad aprile 2014 ha partecipato alla mostra collettiva  “ All in one” alla galleria McTerme. L’opera “Vortici” fa parte della collezione del Comune di Montecatini Terme.
Allestisce una personale a Firenze allo Spazio Melauri  
Sempre nel 2014 espone una sua opera nella galleria del Maestro Armando Tanzini a Malindi, kenya.
Nello stesso anno i suoi lavori vengono pubblicati nel libro Arteè edito da Masso Delle Fate e promosso dall’Associazione La Pergola Arte di Firenze.
Inoltre alcuni suoi dipinti sono stati usati come scenografia permanente sul set della serie televisiva internazionale “Il Commissario Rex” ( 2014)
È attiva anche come autrice di racconti, Premio Marengo d’Oro con il romanzo La bellezza parte da dentro, 2009; Storie sexy di ragazze per bene, 2010, con prefazione di Federico Moccia; Paola. Beyond Words, 2013, pubblicato in America e in Italia da Ladolfi Editore con il titolo Paola. Oltre le parole, di raccolte poetiche,Pensieri InVersi (2012), libro finalista al Premio Firenze, oltre che come scrittrice di testi per canzoni, album Caos di Emozioni, 2012.
in uscita ad ottobre 2015 la nuova raccolta di Poesie edita dal Giuliano Ladolfi: Da Mombasa a New York, un viaggio tra dolcezza e malinconia.
Premi letterari
2009
Finalista al Premio letterario internazionale Ida Baruzzi Bertozzi della quattordicesima edizione Marengo D’Oro con il romanzo La bellezza parte da dentro.
Poesie:
2012
Menzione d’onore al XX “Premio Letterario Internazionale A.L.I.A.S. di Melbourne – Australia. “
Prefinalista al trentaseiesimo “Premio Nazionale Città di Fucecchio”.
Finalista al “Premio Internazionale Io Racconto 4”.
Primo Premio poesia edita del Premio “Lilly Brogi-La Pergola Arte 2012”
2013
Poesie:
Finalista alla XXX Edizione del “Premio Firenze.”
Segnalazione di merito per la poesia E’ Africa, XXI “Premio Letterario Internazionale A.L.I.A.S. di Melbourne – Australia”
Narrativa:
Terzo premio narrativa al XXI “Premio Letterario Internazionale A.L.I.A.S. di Melbourne – Australia”, per il racconto Quanza la matriarca.
2014
Narrativa:
Segnalazione di merito al Premio Letterario “La vita in prosa 2014″ ( Dedalus), per il racconto Quanza, la matriarca.”
Print Friendly, PDF & Email

Translate »