energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Regione contraria alla vendita di Ansaldo Breda Notizie dalla toscana

FIRENZE – L’assessore regionale al lavoro, Gianfranco Simoncini, ha convocato ieri un tavolo di lavoro al quale hanno partecipato l’assessore regionale ai trasporti, Luca Ceccobao, la presidente della provincia di Pistoia, Federica Fantoni, il sindaco di Pistoia, Renzo Berti, ed una nutrita rappresentanza della Rsu aziendale e delle sigle sindacali attive alla Ansaldo Breda. Obiettivo della riunione era di fare chiarezza sulla possibilità che Finmeccanica venda l’Ansaldo Breda. «Chiederemo subito tre incontri: uno ai Ministri Tremonti e Romani, uno al nuovo amministratore delegato di Finmeccanica, Orsi, ed uno al nuovo amministratore delegato di Ansaldo Breda, Manfellotto, appena nominato. – ha dichiarato Simonicini – La Regione vuole spiegazioni su quello che sta succedendo e vuol ribadire ad ogni livello la sua preoccupazione e la sua contrarietà ad una scelta che non soltanto potrebbe avere effetti negativi pesantissimi sul tessuto economico pistoiese, ma andrebbe ad impoverire l’intero settore manifatturiero nazionale, rinunciando all’unica azienda italiana specializzata nella produzione di materiale rotabile proprio ora che in tutto il resto del mondo si punta sul settore dei trasporti come su un settore strategico per lo sviluppo». L’assessore regionale ha quindi assicurato che la Regione Toscana sarà a fianco dei lavoratori nell’assemblea generale che si terrà a Pistoia il 1° settembre. La Regione, ha concluso Simoncini, ha preso contatto con le regioni Campania, Calabria e Sicilia, dove sono ubicati altri stabilimenti della Ansaldo Breda per lanciare un coordinamento interregionale capace di far ritornare Finmeccanica sulla sua decisione di vendere la prima azienda italiana che costruisce materiale rotabile.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »