energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Regione si impegna per migliorare la sanità all’isola d’Elba Notizie dalla toscana

«L’interesse della Regione è quello di potenziare la sanità dell’isola d’Elba, non certo quello di depotenziarla», ha dichiarato ieri, 29 ottobre, l’assessore regionale al Diritto alla salute, Daniela Scaramuccia, durante l’incontro con gli otto sindaci dei Comuni elbani. I primi cittadini dell’isola dell’Arcipelago toscano hanno espresso la loro preoccupazione per l’attuale stato dei servizi sanitari sull’isola e si sono detti, soprattutto, timorosi per una possibile futura riduzione dei contributi regionali alla sanità elbana. «Con i sindaci, mi sono impegnata a tener conto delle peculiarità dei territori insulari nella redazione del nuovo Piano sanitario e sociale integrato regionale», ha affermato l’assessore Scaramuccia.  L’ortopedia verrà potenziata con l’assunzione immediata di altri due ortopedici, la medicina generale e la chirurgia generale verranno portate ad 8 unità di organico (7 più il primario), la radiologia verrà potenziata con il convenzionamento con aziende private locali capaci di ridurre i tempi di attesa per ecografie e risonanze magnetiche. All’incontro di ieri erano presenti anche Ledo Gori, capo di gabinetto del presidente della Regione, Enrico Rossi, il direttore generale della Asl 9 di Livorno, Monica Calamai, ed il vicepresidente del Consiglio regionale, Giuliano Fedeli. Della sanità sull’isola d’Elba si tornerà a parlare fra 20 giorni, quando l’assessore Scaramuccia, i sindaci e l’Asl livornese si incontreranno nuovamente per stilare un piano di riorganizzazione della sanità elbana.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »