energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La scimmia “Sandrone”, simbolo della storia della Maremma Notizie dalla toscana

Scansano – Sessanta anni fa nelle miniere di lignite di Baccinello tornava alla luce lo scheletro completo di un esemplare di Oreopithecus bambolii, una scimmia antropomorfa vissuta 8,5 milioni di anni fa, soprannominato amichevolmente Sandrone e oggi simbolo del Museo di Storia Naturale della Maremma.

Sabato 4 agosto alle ore 17.30 al Centro didattico di Baccinello, situato nella frazione omonima del Comune di Scansano (Gr), viene celebrata la data del ritrovamento con un pomeriggio che farà luce sulla vita e sul momento della scoperta di questa antica scimmia con la presenza del prof. Lorenzo Rook (Paleontologo, Università di Firenze), della Dr.ssa Roberta Pieraccioli (Direttrice del sistema museale di Massa Marittima) e Angiolino Lorini (autore del libro Baccinello, il borgo minerario dell’ominide. Storia, memoria e cronaca).

La conversazione sarà moderata da Andrea Sforzi (Direttore del Museo di Storia Naturale della Maremma). Alle ore 19.00 passeggiata mineraria, nelle vicinanze del paese per scoprire gli elementi del passato minerario di Baccinello. A seguire cena a buffet e alle 21.30 lo spettacolo per adulti e bambini “In miniera con Sandrone: storie di uomini e ominidi”  prodotto dall’Associazione culturale Arts & Crafts di e con Irene Paoletti e Stefano Stefani. Una storia immaginaria di miniera con il racconto del reale ritrovamento dell’oreopiteco (Sandrone) nelle gallerie minerarie di Baccinello. Questo evento rientra nel programma “Estate al museo”  della rete Musei di Maremma che riunisce 54 tra musei, aree archeologiche e centri espositivi della Provincia di Grosseto. t

Print Friendly, PDF & Email

Translate »