energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Spesa in Campagna” taglia il nastro Cronaca

Il presidente Cia Siena Marcucci: «Una risposta concreta alla crisi che ha colpito l’agricoltura e per stringere ancora di più il rapporto fra cittadino-consumatore e agricoltore» . Sono questi gli obiettivi che hanno portato, oggi a Siena in località Coroncina, ad aprire la prima bottega della Spesa in Campagna, organizzata dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori di Siena. Sedici le aziende agricole che debuttano in questa edizione innovativa della filiera corta, della vendita diretta dal produttore al consumatori. Quotidianamente porteranno alla bottega i loro prodotti freschi e di stagione, realizzati interamente nel territorio senese. Il numero è destinato a crescere nelle prossime settimane, stima la Cia, anche i vista delle festività natalizie. Il canale della vendita diretta rappresenta, spiega Cia Siena,  uno sbocco commerciale importante: in provincia di Siena fa vendita diretta 1 azienda su 2 ed un punto vendita di prodotti della campagna direttamente in città contribuisce a questo trend positivo.

Vino, olio, carne bovina e suina, insaccati e salumi, uova, legumi, cereali, pasta, farine, pane, frutta, verdure, conserve e succhi di frutta ed anche chiocciole: nella bottega di Spesa in Campagna si può trovare tutto il  meglio che l’agricoltura senese può offrire. Si tratta infatti di un’offerta integrata e variegata tra le aziende produttrici che porta alla costituzione di un paniere di prodotti interamente proveniente dal territorio.

All'inaugurazione è intervenuta l'onorevole Susanna Cenni: «Sono da sempre profondamente convinta dell’importanza della vendita diretta, della filiera corta e dei gruppi di acquisto solidali. Pur non essendo le uniche risposte al mercato rappresentano, tuttavia, uno sbocco concreto per il reddito degli agricoltori. Anche a Natale del resto è un’ottima idea regalare un prodotto agroalimentare del nostro territorio».
Intervenuto anche il presidente della Cia Toscana Giordano Pascucci: «E’ un gran momento per l’agricoltura senese che va nella direzione auspicata dalla Confederazione regionale, ovvero nella valorizzazione delle nostre produzioni agricole di qualità, dell’accorciamento della filiera per un rapporto sempre più stretto fra il produttore ed il consumatore». E Luca Brunelli presidente nazionale Agia: «Questa è una risposta importante per i produttori che vedono valorizzato il proprio lavoro direttamente sul territorio e una valida alternativa ai tradizionali canali di vendita dove è l’unione a fare la forza creando valore aggiunto attraverso le produzioni stesse».

Ecco le prima aziende aderenti a "Spesa in Campagna" e i loro prodotti
Az. Agr. Il Poderino di Barucci (Monteriggioni) che produce vino, grappa e olio; Az. Agr.Barbi Roberto (Monteroni d’Arbia), carne bovina , farina di grano; Bredice e Patacchini soc.agr Chiocciola del Chianti (Castelnuovo Berardenga), chiocciole e conserve; Az. Agr. Poggio di Camporbiano (San Gimignano), latte vaccino confezionato,legumi e cereali, olio di girasole, conserve e confetture, formaggi vaccini e caprini, farine, succhi di frutta, frutta e verdura, pasta fresca e secca; Porcu Giovanni (Radicondoli), formaggi pecorini, ricotta, raveggiolo; Mariotti Daniela La Bandita (Trequanda), vino, olio, confetture e conserve; Az. Agr. Mario Vigni (Asciano), carne suina, salumi e insaccati di cinta e grigio; Trisciani Paolo (Siena), miele e prodotti apistici; Santa Francesca (Castiglione d’Orcia), olio extravergine d’oliva e erbe aromatiche; Coveri Stefano (Torrita di Siena), formaggi, pecorini, ricotta, raveggiolo; Soc. Agr. Fresco Bianco  (Sovicille), latte vaccino sfuso, carne bovina, latticini; Barbieri Fabio (Sinalunga), salumi e insaccati di suino toscano, carne suina; Goddi e Farina (Monteriggioni), formaggio pecorino, ricotta raveggiolo; Monaci Ildo (Asciano), conserve e confetture, verdura di stagione, aglio, cipolle; Podere San Lorenzo (San Gimignano), vino olio zafferano; De Matteis Romana (Chianciano Terme), olio extravergine d’oliva, miele e prodotti apistici.

Le dichiarazioni
«Le produzioni agricole di qualità della campagna senese – ha sottolineato il presidente della Cia Siena Luca Marcucci – arrivano direttamente in città. La bottega della La Spesa in Campagna di Siena è un’aggregazione di aziende agricole del territorio che da oggi portano i propri prodotti nella bottega e che hanno scelto di gestire in maniera associata la vendita diretta. È un primo e concreto esempio di “fare sistema” di fronte alla crisi che permetterà di dividere le spese, unire le forze e di presentarsi ai consumatori in maniera coordinata».
«L’inaugurazione di oggi – ha commentato il direttore Cia Sena Roberto Bartolini – rappresenta un momento importante per l’intera agricoltura della nostra provincia. Siamo riusciti a portare a compimento questo progetto grazie alla nostra struttura che ha lavorato fortemente costituendo un valido supporto alle nostre aziende agricole che proprio nei momenti di difficoltà riescono sempre a tirare fuori le idee e le proposte per restare competitivi nei mercati e per fare reddito».
All’inaugurazione sono intervenuti l’assessore all’agricoltura della Provincia di Siena Anna Maria Betti e Fabio Cortigiani e Flavio Quartesan della Banca MPS.

Foto in alto www.tajeecuce.it
Sotto foto Cia Siena: Taglio del nastro con l’on. Susanna Cenni, il presidente di Cia Toscana Giordano Pascucci e il direttore della Cia Siena Roberto Bartolini.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »