energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La stanza delle meraviglie 3D della Scuola Sant’Anna di Pisa STAMP - Università

Si chiama X-Cave ed è uno dei più avanzati sistemi di simulazione tridimensionale del mondo, il più grande d’Italia. Realizzato interamente a Pisa, il simulatore X-Cave è il frutto del lavoro del Laboratorio Percro dell’Istituto di Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione e della Percezione (TeCIP) della Scuola Superiore Sant’Anna, che ha dedicato a questo progetto oltre 10 anni di ricerca. Si tratta di una stanza di 16 metri quadrati dedicata interamente al sistema. Pareti e pavimento sono stati sostituiti da grandi superfici proiettate e le immagini in 3D vengono generate da 18 proiettori di hd-ready, che a loro volta vengono controllati da 6 workstation grafiche ad alte prestazioni. La risoluzione totale del sistema è di oltre 16.000.000 di pixel, per una luminosità complessiva di 54.000 Ansi Lumen ed un volume di visualizzazione di più di 40 metri cubi. Entrando i X-Cave, ci si sente come avvolti da una realtà tridimensionale. Questa viene generata da un gruppo di computer mediante un raffinato software per ambienti virtuali XVR, che coordina con precisione gli elementi hardware di questa stanza delle meraviglie 3D. Entrare in X-Cave significa immergersi in una dimensione parallela, dato che la simulazione ha un grado di realismo davvero impressionante. Quando il sistema verrà potenziato, permetterà di coinvolgere tutte le sensazioni (dalla vista, all’udito, al tatto) mediante un rendering visivo e l’introduzione di dispositivi robotici che consentiranno di interagire in maniera attiva con l’ambiente circostante (ad esempio guanti sensorizzati a ritorno di forza). X-Cave non è però stato pensato per stupire. Oltre che per la ricostruzione di luoghi ed edifici a scopi archeologici, il sistema di visualizzazione immersiva realizzato dall’Ateneo pisano è utile per lo studio dell’architettura, per il design industriale, per la visualizzazione di complessi fenomeni fisici o di astratti processi matematici e per lo studio dell’interazione fra l’uomo e la realtà digitale.

Foto: http://www.sssup.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »