energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Torre di Arnolfo aperta al pubblico Cronaca

Intanto è la prima volta che la Torre, presidio militare e civile della città è alla portata di tutti.  Costruita fra il Duecento e il Trecento e attribuita al grande architetto fiorentino Arnolfo di Cambio, svetta da Palazzo Vecchio da 95 metri di altezza. Si parte dal proseguimento della scalinata dal salone dei Dugento e si prosegue fino  al camminamento di ronda sotto i grandi merli del Palazzo Vecchio. Intanto vale la pena farsi un giro dove transitava la guardia armata che, attraverso botole a finestra aggettanti, controllavano il movimento alle porte di ingresso.
Quindi comincia la vera e propria salita alla torre (53 metri)  nella stretta scalinata che a metà custodisce "l'albergetto" la cella destinata ai nemici della città, fra i quali per breve tempo nel 1433 ci fu anche Cosimo il Vecchio, principe non-principe del fiorentino prudente understatement. Infine, eccoci nel grande tabernacolo con le quattro colonne tonde con capitelli corinzi che sostengono la pirma cella campanaria della Martinella, e la seconda cella sotto lo sfera di rame che si raggiunge con una scala  a chiocciola vertiginosa.
Lo spettacolo è bellissimo, non tanto per l'altezza (la cupola del Duomo e il campanile di Giotto sono più alti) quanto per la prospettiva del tutto inedita: dalla Torre si abbraccia la Firenze del popolo fiorentino, l'Arno, palazzo Pittio, Boboli, il forte di Belvedere. Gli Uffizi sotto, pare di toccarli.
Con questa nuova apertura, visitare Palazzo Vecchio significa fare veramente un viaggio completo nella storia e nella cutlura. "Per questo obiettivo abbiamo lavorato verso il basso, con gli scavi dei reperti romani e verso l'alto con l'apertura della Torre",  ha commentato il sindaco Matteo Renzi nell'inaugurare il nuovo percorso aperto da domani S. Giovanni, festa del patrono, quando si potrà visitare la Torre gratuitamente. Da lunedì biglietto a € 6,50 (10 euro con biglietto cumulativo con il musei di Palazzo Vecchio). Per quest'anno gli incassi andranno a coprire le spese di 160mila euro per realizzare i percorsi, mentre dall'anno prossimo saranno tutti i ricavi per le casse comunali. 
Per domani occorre prenotare ai numeri 0552768224 oppure 0552768558 oppure info.museoragazzi@comune.fi.it. Da lunedì le visite saranno in orario 9-21 (giovedì 9-14) . Non sono previste prenotazioni.
Domenica apre anche la torre di San Niccolò,  una delle più fedeli testimonianze dell’imponente cerchia muraria che custodiva e proteggeva la ricca Firenze medievale e di cui sopravvivono oggi solo alcune delle porte di accesso, (ingresso libero dalle 9 alle 19) al 30 settembre, tuttii giorni dalle 17 alle 20 (ultima partenza ore 19.30), con percorsi guidati ogni 30 minuti al costo di tre euro. Si consiglia la prenotazione. Biglietto cumulativo con il museo di Palazzo Vecchio 8 euro.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »