energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

La Toscana al servizio del cicloturista Società

Sono ormai una certezza i Mondiali di ciclismo in Toscana nel 2013. Il 20 novembre scorso l'Assessore regionale Riccardo Nencini e il vice sindaco di Firenze Dario Nardella, rispettivamente presidente e vice presidente del Comitato istituzionale per i Mondiali, hanno presentato ufficialmente l'evento a Maastricht.
I Mondiali prenderanno il via nel mese di settembre 2013 e se il grande protagonista sarà il ciclismo, non mancheranno anche la cultura, l'arte e l'enogastronomia con una ricca serie di eventi collaterali e preparatori che inizieranno a partire da tutto l'anno antecedente la settimana di gare nelle città interessate dalla competizione: Firenze, Lucca, Montecatini, Pistoia e Prato. Come hanno dichiarato Nardella e Nencini, l'evento sarà "Il più entusiasmante per le città d’arte e i paesaggi che attraverserà. E formidabile sarà pure la ricaduta economica su Firenze e sulla Toscana. Si calcola che solo nella parte finale saranno spesi dai turisti, visitatori ed appassionati qualcosa come 160 milioni di euro”.
Intanto, lunedì 26 e giovedì 29 novembre si svolgeranno, rispettivamente a Bolgheri e a Portoferraio, gli stati generali del cicloturismo, una sorta di riunione per programmare e sfruttare al meglio la  grande  opportunità che i Mondiali rappresentano per tutto il territorio toscano. Così, in vista della primavera prossima, tutti gli attori coinvolti, comuni, associazioni di categoria, strutture ricettive e attività di servizi, stanno collaborando per definire un "prodotto cicloturismo" da proporre ai turisti appassionati delle due ruote che arriveranno sulla nostra costa.
Come ha infatti dichiarato l'Assessore al turismo Paolo Pacini “l’Amministrazione Provinciale di Livorno ha aderito subito e con convinzione all’iniziativa. Il nostro territorio, che peraltro è già contemplato nei circuiti cicloturistici, presenta caratteristiche e potenzialità di sviluppo del settore molto interessanti”.  
La morfologia del territorio, il paesaggio, la storicità dei luoghi permettono percorsi accattivanti per il cicloturismo il cui indotto in Europa, come ha dimostrato una ricerca presentata a settembre durante la Settimana Europea della Mobilità, si aggira attorno ai 44 miliardi di euro all’anno con previsioni di ulteriore crescita. “Un’ occasione che come territorio non possiamo perdere – ha  sottolineato Pacini – e il Progetto Cicloturismo va proprio nella direzione di mettere a punto tutti quei servizi specifici per  il  cicloturista. Il progetto – ha aggiunto – prevede infatti la predisposizione di percorsi, la costituzione di una rete di cosiddetti bike-hotels, strutture ricettive appositamente attrezzate per i cicloturisti e di centri servizi che facciano da supporto ai turisti che viaggiano in bicicletta”. 
Dopo una prima fase di presentazione del progetto, gli incontri di Bolgheri e Portoferraio aiuteranno quindi a definire lo sviluppo del piano di lavoro.
Parteciperà all'incontro di Bolgheri anche Oliva Scaramuzzi, responsabile per l’incoming turistico del comitato organizzatore dei Mondiali 2013 di ciclismo, per sottolineare il legame del progetto livornese con quello più ampio di ambito regionale. Tutto il materiale prodotto – percorsi, rete dei bike-hotels e dei centri servizi, calendario degli eventi – sarà inserito sul sito della Regione Toscana, oltreché sul sito che fa capo alla Provincia di Livorno.
Siamo convinti – ha commentato Pacini – che il cicloturismo costituisca una grande opportunità per la crescita del turismo in tutto il nostro territorio, da Livorno all’Elba. Un’occasione che non possiamo e non vogliamo perdere, e che va a sommarsi alle altre numerose possibilità che l’intera provincia offre. Questo particolare segmento rappresenta anche un’importante risorsa per la  destagionalizzazione. Un argomento, questo, da tanti anni all’ordine del giorno nei dibattiti sul turismo e che potrebbe trovare nel cicloturismo la leva per far partire iniziative appropriate”. 

Giovanna Focardi Nicita

Print Friendly, PDF & Email

Translate »