energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

La trattoria degli Autotreni: una trattoria, una storia e un libro Cultura

Pistoia – Era il 1931 quando la famiglia Antonini iniziò la propria attività di ristorazione nella prima periferia di Pistoia, a Porta al Borgo, attività che ha proseguito per quasi cinquant’anni. In breve tempo il locale divenne un luogo di aggregazione, un punto di riferimento: cibi gustosi e genuini e prezzi modici.

Per la sua posizione strategica a due passi dalle principali arterie di comunicazione con la montagna ebbe tra i primi frequentatori i camionisti che giungevano in città con i loro mezzi pesanti e da qui prese quindi il nome di Trattoria degli Autotreni.

Nel corso degli anni Agli Autotreni è passata la vita culturale e artistica della città, ma anche la quotidianità di tanti operai e lavoratori della zona che nell’ora di pranzo trovavano un abbondante piatto caldo e un bicchiere di vino.

Ai tavoli della trattoria si è fatto un pezzo di storia di Pistoia, si è parlato di politica e di arte, di caccia, di donne di calcio qui, infatti, si sono seduti, fianco a fianco, intellettuali e bottegai, professionisti e giramondo. Tante storie, tanti aneddoti, tanta allegria e umanità. Gli Antonini accoglievano tutti con un sorriso e la consueta familiarità: da Walter Chiari a Indro Montanelli, da Fernando Melani gli artisti della Scuola di Pistoia fino a Remo Cerini il “poeta”-clochard a tutti noto in città.

Copertina Autotreni

Oggi questa realtà – conclusasi alla vigilia di Natale del 1980 – è diventata un libro che è stato presentato nella Sala Maggiore del Comune con grande successo di pubblico – oltre 350 persone che per quasi due ore hanno ascoltato con grande partecipazione le parole del sindaco Samuele Bertinelli e i brani letti da Franco Checci del GAD Città di Pistoia. L’autore del libro, dei testi e delle musiche del cd allegato, è Giovanni Antonini, nipote del fondatore della trattoria, che ha vissuto una parte della sua vita nel locale di Porta al Borgo. Il curatore è Claudio Rosati che con la consueta delicatezza ha permesso che questa storia mitizzata nei racconti dei pistoiesi di ieri e di oggi, si concretizzasse in queste pagine edite da Gli Ori.

 

Foto: Gruppo in cucina primi anni 60

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »