energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

LAAC, la questione dell’appalto “taglia-operatori” in consiglio comunale Breaking news, Cronaca

Firenze – Doppio question time in consiglio comunale circa l’appalto che rischia di “svuotare” il Laboratorio ausili per l’apprendimento e la comunicazione (LAAC), “tagliando” il numero degli operatori, segnalato su queste pagine. La questione è stata rappresentata sia dai consiglieri di SPC Dmitrij Palagi e Antonella Bundu: “Al Consiglio comunale di oggi abbiamo posto un question time all’Assessora per capire quale sarà il futuro del LAAC, un laboratorio all’avanguardia per l’assistenza alle persone affette da disabilità motorie particolarmente gravi. Il Laboratorio, parte del Presidio di San Felice a Ema dal 1997, rientra in un bando d’appalto dell’USL Toscana Centro di queste settimane in cui sono previsti tagli del personale particolarmente significativi”.

L’assessora Sara Funaro ha risposto “che la Giunta non ne era a conoscenza in quanto era un bando dell’Azienda Sanitaria e che per lo stesso motivo non è compito suo avviare un colloquio con le organizzazioni sindacali. Ha tenuto, poi, a specificare che vanno tenute separate le questioni tecniche, a cui non possono rispondere, da quelle politiche e che a loro è stato comunicato che l’appalto verrà fatto con la piena tutela delle lavoratrici e dei lavoratori”.

“Ci teniamo a specificare che la questione politica era presente da molti giorni, tanto che anche il Partito Democratico si era mosso dopo di noi, con una domanda di attualità – continuano Palagi e Bundu –  volevamo capire infatti qual era la posizione dell’Amministrazione per quanto riguarda la garanzia di garantire la continuità con il passato, per quanto riguarda la qualità del servizio offerto, messa a rischio dai tagli all’organico. Qualche margine c’è. In particolare a rapportarsi con le associazioni. Quindi ora CUB e AISLA chiedano a Palazzo Vecchio di schierarsi al loro fianco. A loro va il ringraziamento del nostro gruppo e la totale disponibilità a fare tutto ciò che ci sarà possibile, perché sia impedito in ogni modo lo smantellamento del servizio LAAC. A tutela di chi fa riferimento ai suoi servizi e quindi a chi ci lavora”.

“Sull’allarme lanciato dalla presidente di AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica) di Firenze, Barbara Gonella, il consigliere PD Renzo Pampaloni ha presentato una domanda d’attualità, alla quale ha risposto l’assessora al welfare Sara Funaro, per cercare di capire di come poter venire incontro a queste persone che da questo laboratorio hanno un importante riscontro. Un’attenzione particolare, in questa situazione che stiamo vivendo, per chi ha questo tipo di difficoltà è centrale e doveroso. Come amministrazione comunale – spiega il consigliere PD Renzo Pampaloni – ci stiamo attivando per cercare una soluzione anche se tutto il bando di gara è gestito dall’Asl Toscana Centro. Ci attiveremo, comunque, così come ha assicurato l’assessora Funaro per trovare una soluzione per questo servizio che risponde ai bisogni di comunicazione, apprendimento e autonomia delle persone disabili. L’Asl ha spiegato che i livelli qualitativi sono garantiti e andranno ad aumentare, verrà assorbita tutta la manodopera all’interno dell’appalto e ci sarà un incontro tra l’azienda sanitaria ed i soggetti interessati. Dal punto di vista sanitario è aumentata la presenza medica, verrà riqualificato il laboratorio e l’amministrazione rimane disponibile ad ascoltare le associazioni anche attraverso la società della salute dive esiste un coordinamento delle associazioni. Come amministrazione possiamo chiedere rassicurazioni e siamo a disposizione per eventuali chiarimenti.

È importante che il Comune, anche se non ha una diretta competenza, affronti queste problematiche. Si tratta di servizi a persone con difficoltà. È importante l’impegno a monitorare – conclude il consigliere PD Renzo Pampaloni – affinché non ci siano passi indietro ma, anzi, dei passi in avanti, per l’implementazione del laboratorio”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »