energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lacchi fa mea culpa: “Porta Romana privo d’idee” Sport

La partita Porta Romana – Calenzano scrive un altro piccolo pezzo del campionato, quando l’anno solare sta ormai giungendo al termine e l’Eccellenza ha appena dato via al girone di ritorno. Racconta di due diverse realtà calcistiche: del Porta Romana, neo promosso, che viene da un Novembre nero, privo di vittorie, e che è entrato in un mese ancora più negativo nel quale ha collezionato solo sconfitte; e del Calenzano che, partito in sordina, infilando la sua seconda vittoria consecutiva (di cui una contro la capolista Sangiovanni) è ai piedi della zona playoff.

Al termine dei 90 minuti i locali sono chiaramente giù di morale. I due gol di Chiopris Gori hanno sancito la loro quinta sconfitta consecutiva. Queste le parole dell’allenatore arancionero Stefano Lacchi: “La situazione è critica, non è facile risollevarsi ma dobbiamo farlo. Ci manca la reazione alla rete degli avversari. Al nostro primo errore prendiamo gol e ci abbattiamo. Non è una cosa normale, ma è una logica conseguenza del momento che stiamo passando.”
Il mister prova a motivare questa sconfitta: “Abbiamo fatto quello che non dovevamo fare, ovvero i lanci lunghi verso i loro due centrali difensivi. In questa settimana avevamo preparato la partita considerando che il Calenzano è una squadra che si muove bene e sa ripartire, quindi avremmo dovuto evitare i lanci lunghi, avere pazienza e far girare palla. Prima avevamo il gioco, ma perdevamo per alcuni episodi, o perché pagavamo la categoria o per bravura degli avversari. Invece adesso mancano le idee."
E sulla maledizione dello Stadio New Bibe – dove i locali non vincono da ormai quasi tre mesi – ammette: “Anche l’anno scorso avevamo una certa difficoltà a fare punti in casa; questo dipende anche dalle caratteristiche dei nostri punti di riferimento in attacco, per cui se troviamo delle squadre che si chiudono perdiamo lucidità. Per assurdo subiamo molto quando giochiamo qua, infatti non vinciamo dalla quarta di campionato.
“Se c’è il timore di venire risucchiati in fondo alla classifica? Direi che ci siamo già, anche se resta da vedere cosa farà il Vicchio contro il Calenzano nel recupero di Mercoledì. La struttura della squadra può permetterci di venirne fuori, anche se il periodo è preoccupante. E’ la quinta sconfitta di fila, la terza qui, quindi non possiamo più parlare di episodi, ma di qualcosa di serio.”

Si avverte un pacato entusiasmo, invece, nelle parole del Direttore Sportivo del Calenzano Massimo Torsoli, che ancora vuole volare basso nonostante sia a pochi passi dalla zona promozione. “E’ un momento in cui sta andando tutto bene, ma il nostro obiettivo rimane comunque la salvezza, alla quale ci stiamo avvicinando sempre di più. Quando la raggiungeremo vedremo cosa riusciremo a fare, per adesso teniamo un profilo basso. Intanto Mercoledì recupereremo contro il Vicchio. Chiopris Gori? Sta andando bene, speriamo continui così.”
Infine, sull’allenatore: “Siamo contenti di Signorini, sta facendo bene, così come fece bene a suo tempo Mister Ceri (dimessosi all’ottava giornata).”

Alessandro Testa

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »