energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Ladri in casa: vicino chiama Carabinieri Cronaca

Rapinati in casa da due uomini, fuggiti poi per l'arrivo dei Carabinieri chiamati da un vicino, riuscendo a portare via due orologi Rolex. E' avvenuto la notte scorsa a Tavola, nel Comune di Prato, vittime madre e figlio, 63 e 36 anni, trovati legati e imbavagliati dai militari. Il vicino ha telefonato al 112 alle 4 perche' dall'appartamento attiguo al suo provenivano strani rumori. I banditi a volto coperto  erano entrati forzando una porta finestra, avrebbero goduto dell'appoggio di un 'palo', un terzo uomo che ha avvertito i due malviventi all'interno della casa dell'arrivo dei Carabinieri permettendo loro di fuggire in tempo. E' quanto ha raccontato  la vittima trentaseienne che nelle fasi concitate dell'azione criminale ha sentito squillare il telefonino di uno dei due malviventi proprio poco prima che arrivassero i Carabinieri. L'azione criminale e' durata 15 minuti: i rapinatori, che parlavano con accento straniero, hanno prima usato una pistola scacciacani per minacciare i due inquilini, poi – dopo averla trovata in un cassetto – hanno puntato alla testa delle proprie vittime la pistola che l'imprenditore pratese teneva nel cassetto. ''Sapevo che quella era carica – ha raccontato l'imprenditore – e li' ho avuto davvero paura per la mia vita e per quella di mia madre''.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »