energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

L’agrigelato che nasce sull’Appennino Notizie dalla toscana

Pistoia – Perché c’è l’artigianale, l’industriale e quello fatto con ingredienti freschi e a Km0. Il gelato è tutto buono e col caldo diventa alimento, nutrimento e godimento del palato. Ma se a mantecare è latte appena munto, condito da frutti di bosco di stagione appena colti, la differenza si sente. Sono gli agri-gelati delle aziende agricole e agriturismi fatti con gli ingredienti della fattoria, a cominciare dal latte.

Le agri-gelaterie della montagna pistoiese sono aziende multifunzionali, servono agli ospiti gelato che contiene latte appena munto dalle proprie mucche, allevate in altura. Sono il Bioagriturismo I Taufi e l’Azienda agrituristica Le Roncacce, ambedue sulle montagne di Cutigliano. Gelati e yogurt che seguono la tradizione e le stagioni. L’obiettivo è esaltare il gusto degli ingredienti prodotti nelle aziende, quindi il fior di latte o i frutti di bosco, tipici degli appennini, rispettando sempre la stagionalità: il mirtillo, per esempio, solo ad agosto. Gli ospiti degli agriturismi e i visitatori degli splendidi luoghi possono assaporare i gusti della genuinità targata Campagna Amica, la rete di produttori per la filiera agricola tutta italiana.

Non solo agri-gelaterie. Dalle gelaterie sono sempre più richiesti ingredienti freschi, dal latte alla frutta. “Il produrre gelati con ingredienti freschi e acquistati direttamente dai produttori dà al gelato un valore aggiunto apprezzato dai consumatori per il gusto e la freschezza -spiega Fabio Bizzarri, presidente di Agrimercato Pistoia, la cooperativa di produttori che gestisce i mercati Campagna Amica a filiera corta della provincia, e titolare dell’azienda Il Sottobosco, che produce more, mirtilli, fragole ed altri frutti di bosco-. Noi produttori agricoli della rete Coldiretti Campagna Amica ci siamo associati nella cooperativa Agrimercato per garantire forniture, anche importanti, di prodotti freschi e genuini pure alle gelaterie e pistoiesi e non solo. Chi sceglie di utilizzare ingredienti a filiera corta si fregerà del marchio Campagna Amica nel gelato”.

E se 1,5 milioni di toscani consumano regolarmente un cono o una coppetta durante la bella stagione, è boom del gelato di Campagna Amica: secondo i dati regionali Coldiretti, in Toscana i consumi di gusti prodotti con ingredienti della filiera corta sono cresciuti del 20% rispetto allo scorso anno.

“La nostra idea è di ‘affiliare’ le gelaterie che utilizzano ingredienti acquistati direttamente dalle aziende agricole della rete Campagna Amica -spiega Vincenzo Tropiano, direttore di Coldiretti Pistoia-, per rendere immediatamente visibile al consumatore gli artigiani che utilizzano prodotti freschi e a filiera corta per produrre i loro gelati e yogurt”.

Anche la voglia di gelato e prodotti genuini derivati dal latte d’altura fa crescere gli investimenti in montagna. Le due agri-gelaterie, il bioagriturismo I Taufi e l’azienda agrituristica Le Roncacce, aumenteranno le forniture di gelato o di latte a bar e gelatai. E se Le Roncacce inaugura il nuovo caseificio nei prossimi giorni, I Taufi prevede analogo investimento a breve.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »