energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Il Matteotti di Pisa inaugura la visione per le scuole del docufilm sulla Francigena My Stamp

Pisa – Martedì 28 Novembre sarà l’Alberghiero Matteotti di Pisa ad aprire le proiezioni per le scuole del docufilm sulla Francigena toscana che indaga su curiosità, misteri e storie di una delle tre Vie pellegrine Maggiori della cristianità (insieme alle rotte per Compostela e Gerusalemme).

“La Toscana ha investito molto sulla Francigena riconoscendola come un’ occasione davvero preziosa per far conoscere in profondità, attraverso la storia, la cultura e l’arte e tante curiosità le cittadine e i territori che s’incontrano lungo il tracciato originale.” Parla così il consigliere regionale Andrea Pieroni,che ha fatto da trait d’union per promuovere la proiezione del docufilm alle superiori. E proprio l’Alberghiero di Pisa, che sforna future guide turistiche e futuri professionisti dell’accoglienza a tuttotondo, grazie alla disponibilità del preside prof. Salvatore Caruso si rivela il posto giusto per iniziare a mostrare agli addetti ai lavori di domani quanto anche un pellegrinaggio antico come la Francigena possa tuttora accattivare, cavalcando l’onda della curiosità, turisti di ogni età e provenienza e rappresentare una chance per coltivare nel modo migliore la fidelizzazione dei preziosi turisti di ritorno.

La Toscana sulla Francigena: storie, misteri e curiosità di una Via Maggiore” è stato prodotto da Toscana Promozione turistica e dalla Regione Toscana per valorizzare e richiamare l’attenzione sul tragitto toscano di uno dei cammini più antichi del mondo che proprio da Pontremoli a Radicofani conta 380 chilometri ricchi di “chicche”, leggende e meraviglie artistico-architettoniche da cui il docufilm prende spunto per un viaggio dal taglio in stile Voyager, a misura delle ultime tendenze della valorizzazione turistica.

Alla proiezione di martedì sarà presente Arianna Valentino, giornalista e scrittrice che con  lo storico e giornalista, Gabriele Parenti è co-conduttrice del docufilm che vede alla regia, oltre a Parenti e Valentino, anche Roberto Burchielli (realizzazione di Young srl di Navacchio).

Print Friendly, PDF & Email

Translate »