energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lampo di Chiesa, missile di Biraghi, la Fiorentina la spunta sulla Dea (2- 0) Sport

Firenze – Caldo e sole a volontà, spettacolo e gol con il contagocce ma per i viola tre punti pesanti a discapito di una diretta candidata alla zona Europa League. Tre punti conquistati a fatica e nell’ultima parte di gara dimostrando carattere e resistenza soprattutto con Veretout ma anche con Biraghi che mai si sono risparmiati. Il contatto ravvicinato tra Pioli e Gasperini, per il rigore concesso generosamente a Chiesa, la dice lunga sull’importanza della partita e l’abbraccio  di tutti i viola alla fine della partita la dice lunga sulla forza di questo gruppo.

Gruppo  che alla fine ce la fa a mettere sotto l’Atalanta  squadra tosta, che senza timori reverenziali non disdegna di aggredire i viola fin dai primi minuti. Gomez imperversa sulla destra con Hugo in difficoltà, Zapata mette a dura prova fisica Pezzella, la Dea pressa alto con tutta la mediana e costringe i viola ad accelerare la manovra e a commettere numerosi errori nei passaggi.

Pericoli veri i portieri non ne corrono e neppure l’ingresso di Edimilson, al 31’ al posto di un malconcio Benassi, cambia l’inerzia di una Fiorentina troppo spesso incapace di mettere in crisi chiunque con le sue ripartenze. In questo batti e ribatti la partita nei primi 45 minuti, regala ben poche emozioni.

Nella ripresa la gara si fa più intensa, fioccano le prime ammonizioni, Pioli toglie un inesistente Pjaca per Mirallas al 53’, la Fiorentina chiede un rigore per mano in area bergamasca ma ci vuole una fuga di Chiesa e un dubbi per fallo da dietro in area perché finalmente Valeri indichi il dischetto senza consultare il Var  e al 62’ Veretout realizzi l’ 1 a 0.

L’Atalanta reagisce, Gasperini al 70’ manda in campo Rigoni per Mancini ed è subito il neo entrato, su uscita avventata di Lafont, a sfiorare il gol. Poi al 76’ Castagne cede il posto ad Ali Adman e all’80’ Barrow per Freuler. Pioli risponde con Laurini per Gerson  e negli ultimi dieci minuti finali a parte un bel intervento su Gomez  di Lafont – che così si riscatta da un’altra brutta uscita- la Fiorentina non corre seri pericoli. E anzi con una fiondata su punizione di Biraghi, palla giudicata parata dentro dal Var, segna il raddoppio nei minuti di recupero.

not

 

 

Fiorentina – Atalanta 2-0

FIORENTINA: Lafont, Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi, Benassi, Gerson, Veretout, Chiesa, Simeone, Pjaca. A disp. Dragowski, Diks, Laurini, Ceccherini, Hancko, Dabo, Norgaard, Edimilson Fernandes, Vlahovic, Eysseric,  Thereau, Mirallas. All. Pioli

ATALANTA: 95 Gollini, 2 Toloi, 23 Mancini, 6 Palomino, 21 Castagne, 15 De Roon, 11 Freuler, 33 Hateboer, 88 Pasalic, 91 Zapata, 1O Gomez  (Cap). A disp. 1 Berisha, 31 Rossi, 19 Djimsiti, 13 Bettella, 53 Ali Adnan, 8 Gosens, 4 Valzania, 22 Pessina, 24 Rigoni, 72 Ilicic, 20 Tumminello, 99 Barrow. All. Gasperini

Arbitro: Valeri di Roma, assist. Tasso e Schenone, IV Pasqua, Var Doveri e Valeriani

Reti: al 62’’ Veretout  (rigore), al 93’ Biraghi.

Spettatori : 30.535

Print Friendly, PDF & Email

Translate »