energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Cristina Scaletti lascia l’Idv, va con Tabacci Politica

L' assessore alla cultura e alturismo della Regione Toscana, Cristina Scaletti, ha lasciato l'Italia dei Valori per unirsi alla nuova formazione di Massimo Donadi e Bruno Tabacci, 'Centro democratico'. Scaletti haannunciato la sua decisione nel corso di una conferenza stampa a Firenze organizzata insieme ai due leader. ''Una scelta difficile, dolorosa, ma imprescindibile – ha spiegato Scaletti – motivata dal fatto che l'Italia dei Valori cui avevo aderito ormai non esiste piu''. Anche altri due esuli dall'Idv hanno aderito al centro democratico. 

Così cambia la geografia del Consiglio regionale. Nella prima seduta dell'anno in cui si discuterà una mozione disfiducia nei confronti del governatore Rossi presentata dai gruppi di opposizione, in aula ci saranno due nuove formazioni. Il gruppo 'Fratelli d'Italia' formato da Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi fuoriusciti dal Pdl, e ''Centro democratico'  che riunisce gli ex Idv Maria Luisa Chincarini e Rudi Russo.  Giunti a poco più di meta' legislatura solo Pd e Udc sono almomento le uniche realtà in Consiglio regionale rimaste'intatte'. Dal suo insediamento nel 2010,l'Assemblea toscana ha visto in primis la dissoluzione della Lega Nord, che oggi non conta più esponenti in Consiglio regionale. Prima ha abbandonato il gruppo del Carroccio Dario Locci, seguito dopo poco da Marina Staccioli: entrambi hanno aderito al Gruppo misto dove gia' sedeva il socialista Pieraldo Ciucchi (eletto in una lista unitaria dei riformisti insieme aiconsiglieri del Pd, e che fin dal primo giorno della legislatura ha scelto di aderire al Gruppo misto per mantenere la propria idendita' rispetto ai democratici). Poi nei mesi scorsi è statala volta di Antonio Gambetta Vianna e Gian Luca Lazzeri che hanno cambiato il nome da Lega Nord a 'Piu' Toscana', e per questo sono stati estromessi dal partito. Nel Gruppo misto siededa alcuni mesi anche Mauro Romanelli che ha scelto di aderire a Sel abbandonando la Federazione della sinistra-Verdi.

Foto: controradio.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »