energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

E l’avatar disse: “ci sposiamo, Claudia?” Società

Firenze – Nell’era in cui anche per restaurare le grandi vestigia del passato sono necessari gli sponsor, c’è anche chi – con pochi soldi in tasca – decide di andarsi a cercare uno sponsor per arrivare all’altare. E’ il caso di due ingegnosi ragazzi, siculo lui e toscana lei, che hanno deciso di creare un blog per raccimolare quanto necessario per convogliare a nozze.

Ventisei anni lei, Claudia, studentessa di Comunicazione Audiovisiva e Multimediale. Trent’anni lui, Marco, dipendente di una cooperativa sociale che offre servizi informatici. Si definiscono nerd. Solitari, introversi, con la passione per i videogames. Si sono conosciuti giocando ad un role game e lui, programmatore per amore, ha deciso di creare un videogioco con due avatar dei promessi sposi. Quando Claudia ha giocato per la prima volta al videogioco, si è trovata di fronte il suo ragazzo virtuale che le chiedeva di sposarlo. “E’ stato romantico e indimenticabile, forse in un modo che solo due come noi possono apprezzare, e proprio per questo unico”, spiega lei.

Il blog Di per Di – Keep calm and plan your wedding

Guarda il video Progetto #matrimonionerd

Ovviamente la risposta non ha potuto che essere un sì. Un sì condizionato, però. Già, perchè gli audaci sposini nerd hanno a disposizione poche risorse. E – si sa – convogliare a nozze, oltre ad essere una delle esperienze più importanti della vita, è anche una questione costosa. Da qui l’idea del “matrimonio nerd sponsorizzato”, come la coppia lo ha definito. “In che senso?”, si chiederanno alcuni. “In breve – spiegano Marco e Claudia nel loro blog – una coppia che intende sposarsi ma ha limitate risorse economiche a disposizione può cercare ditte e operatori del settore matrimonio disponibili a sostenere in toto o in parte le varie spese di organizzazione dell’evento, offrendo i loro beni e servizi in cambio di pubblicità (nelle modalità più disparate, da concordare assieme ai futuri sposi): è conveniente per la coppia, che così risparmia anche grosse cifre, e per gli sponsor, che ottengono visibilità in un modo nuovo e più economico rispetto ai servizi offerti dalle agenzie pubblicitarie tradizionali”.

Un mutuo da pagare per la ristrutturazione dell’appartamento in cui andranno a vivere, in Veneto, ha costretto questa simpatica coppietta a tentare la via del matrimonio con sponsor. E a noi non resta che augurare agli sposi, se non altro per il coraggio , che la loro iniziativa possa avere successo.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »