energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Lavori pubblici a Pisa: approvato il piano triennale 2023-2025 Notizie dalla toscana

Pisa – L’avvio dei grandi progetti Pinqua per la riqualificazione dei quartieri e dei tanti interventi finanziati grazie ai fondi che il Comune si è aggiudicato sul PNRR. Ma anche ingenti risorse per alloggi Erp, edilizia scolastica e manutenzioni, sia per quanto riguarda la viabilità che il settore del verde e arredo urbano, continuando anche il grande piano delle manutenzioni concentrato su asfaltature, marciapiedi, fognature, illuminazione, videosorveglianza e tutto quanto riguarda il decoro urbano.

La Giunta comunale di Pisa ha approvato nei giorni scorsi il programma triennale 2023/2025 delle opere pubbliche, oltre all’ultima variazione all’elenco dei lavori pubblici previsti per l’anno in corso. Entrambi i documenti dovranno essere approvati dal Consiglio Comunale, in funzione dell’approvazione del bilancio di previsione.

“Dalla seconda parte del 2018 ad oggi – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa – i contributi e i finanziamenti accertati che la nostra Amministrazione è riuscita ad intercettare ammontano complessivamente a oltre 157 milioni di euro. È una cifra di assoluto rilievo, che ben poche città della nostra dimensione, sia in Toscana che in Italia, in questo periodo sono riuscite a reperire tra contributi statali, della Regione, da altre amministrazioni, imprese partecipate e istituzioni sociali privati. In sostanza, si tratta di finanziamenti che sono stati intercettati oltre alle risorse che come Amministrazione abbiamo stanziato all’interno del bilancio comunale di Pisa”.

“Per il 2023 – ha proseguito l’assessore – sono ben 138 i milioni di euro previsti nel piano delle opere pubbliche, con grandi interventi di riqualificazione che investiranno i quartieri, a partire dal finanziamento di 45 milioni del bando Pinqua per la qualità dell’abitare, per proseguire poi con i bandi della rigenerazione urbana che contengono molte opere, dalla nuova piscina, alla riqualificazione del Parco della Cittadella, dalla pista ciclabile per San Rossore ai lastricati in centro. Oltre a queste importanti opere, sono previsti ancora molti investimenti sul comparto delle manutenzioni, asfalti, marciapiedi e pubblica illuminazione, come abbiamo fatto in tutti questi anni, e grandi stanziamenti di fondi sulle scuole, con 8 milioni di euro per costruire scuole nuove, che si sommano ai circa 8 milioni spesi finora dal Comune per la ristrutturazione e la messa a norma degli edifici scolastici cittadini. Inoltre nel 2023, per quanto riguarda il nostro progetto della navigabilità dell’Arno, vedremo la realizzazione del nuovo scalo della Cittadella. Novità finale su cui stiamo lavorando in questi ultimi giorni, è la realizzazione di progetti di smart city per far sì che Pisa diventi una delle prime città smart in Italia: siamo stati recentemente ad Anversa e Barcellona per mettersi a confronto con le principali realtà europee, e già nel 2022 metteremo in campo le prime progettazioni che proseguiranno nel 2023 per sviluppare tecnologia diffusa a servizio dei cittadini”.

Piano triennale dei lavori pubblici 2023-2025. Il programma contiene l’elenco degli interventi programmati nel prossimo triennio, compresi quelli che verranno gestiti dalle società partecipate dal Comune: Pisamo (mobilità), Apes (edilizia popolare) e Navicelli (darsena e canale). In tre anni sono programmati interventi per un totale di circa 169 milioni di euro, di cui oltre 138 a valere sul 2023 e i restanti sul 2024 (21,8 milioni) e 2025 (9 milioni).  Dei 138 milioni previsti per il 2023, oltre 96 vengono da finanziamenti pubblici esterni, e nello specifico circa 80 milioni dal PNRR. Il Comune mette come risorse proprie oltre 21 milioni e il resto derivano da apporti di capitale privato e contrazioni di mutui.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »