energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lavoro durante le feste, il lavoratore può dire di no Economia

Firenze – Non esiste l’obbligo del lavoro festivo. Detta in altre parole, nessun lavoratore dipendente può essere obbligato a lavorare nei giorni festivi infrasettimanali. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, che ha respinto il ricorso della Loro Piana di Romagnano Sesia. Ci sono voluti sei anni, ma la commessa sanzionata dalla famosa azienda tessile per non essersi presentata al lavoro il giorno dell’Epifania ha avuto ragione. E ha aperto una porta molto importante nelle relazioni fra datori di lavoro e lavoratori.

La multa, prima di arrivare in Cassazione, era stata giudicata illegittima dal Tribunale di Vercelli e dalla Corte d’Appello di Torino. Il primo, nel 2008, aveva accolto il ricorso della dipendente in quanto il datore di lavoro non poteva trasformare in modo unilaterale la festività in giornata lavorativa; anche la Corte d’Appello di Torino aveva dato ragione alla lavoratrice, rimarcando la sistematicità della violazione del divieto al riposo della stessa azienda, che tra l’altro veniva ripetuta per più giorni, dal momento che l’azienda disponeva il lavoro anche per altre festività dell’anno. 

Ed ecco che l’intervento della Corte di Cassazione ribadisce il principio: con la sentenza  n. 16592/2015, la Corte sancisce: “il lavoratore non può essere costretto dal datore di lavoro a fornire la sua prestazione lavorativa nelle giornate festive infrasettimanali e che ogni sanzione disciplinare è da ritenersi nulla”. Infatti, il lavoratore può prestare servizio durante le festività infrasettimanali celebrative di ricorrenze religiose o civili solo se c’è accordo con il datore di lavoro e non può essere obbligato”.

Infine, la Cassazione ha chiarito che  solo per il personale dipendente di istituzioni sanitarie pubbliche o private sussiste l’obbligo della prestazione lavorativa durante le festività per esigenze di servizio e su richiesta datoriale.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »