energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Le città etrusche fanno “lega”: otto unite per la candidatura Unesco Breaking news, Cronaca

Volterra – Il prossimo 4 maggio, a Volterra, si svolgerà un convegno nel corso del quale verrà presentato il progetto dal titolo “Spur- Città etrusche”  nato nel gennaio 2017, che coinvolge la città di Volterra, le due città capofila, Perugia e Orvieto, e che si estende anche ad altri luoghi che ancora oggi sono simbolo e testimonianza della presenza di questa importante civiltà, ovvero Marzabotto, Piombino, Formello, Tarquinia e Arezzo. Otto città etrusche unite verso la candidatura Unesco, con l’obiettivo di utilizzare la candidatura sinergica per la messa in atto di una strategia condivisa in cui ogni città possa far confluire il proprio patrimonio culturale specifico, che per Volterra è l’Acropoli, per Perugia sono le mura, per Orvieto è il Santuario Federale. Marzabotto si distingue invece per la sua pianificazione urbana, Piombino per la produzione di metallo, Formello per il Sacro, Tarquinia per il porto e Arezzo per il tempio teatro, tra l’altro l’unico rimasto.

Il convegno che si terrà il prossimo 4 maggio, si svolgerà, a partire dalle 9.30, a Palazzo dei Priori, nella Sala del Consiglio a Volterra. “Puntando sugli Etruschi – spiega il sindaco Marco Buselli – puntiamo sulle nostre radici e sul dna della nostra città e del territorio. La candidatura a rete recupera una dimensione ancora più importante, sicuramente di livello interregionale”.

Il programma – La giornata si suddividerà in due sessioni: una dalle 9.30 alle 13.00, in cui il progetto verrà presentato dal suo direttore scientifico, il Prof. Mario Torelli (già Ordinario di Etruscologia e Archeologia Italica, Università di Perugia) e la Prof.ssa Paola Falini (Professore Ordinario di Urbanistica, Universitàà Sapienza di Roma) anche lei Direttrice scientifico del progetto e del Piano di Gestione. I punti di forza e le criticità verrano analizzati dalla Dott.ssa Luisa Montevecchi (Dirigente Servizio I – Coordinamento UNESCO, MiBACT).

La sessione pomeridiana, dalle 15.30 alle 18.00, sarà coordinata dall’Assessore alla Cultura di Volterra Eleonora Raspi e riguarderà un focus specifico sulla città: dunque, una Lectio Magistralis del Prof. Torelli e l’intervento della Prof.ssa Marisa Bonamici (già Ordinario di Etruscologia e Archeologia Italica, Universitàà di Pisa) e della Dott.ssa Elena Sorge, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Pisa e Livorno. È prevista anche una tavola rotonda tra i soggetti locali coinvolti nel progetto di candidatura Unesco di Volterra: Pro Loco, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, Club Unesco di Volterra, Rotary Club e Lions.

Invito aperto alle Associazioni di categoria e alla cittadinanza; sebbene il convegno, organizzato dal Comune di Volterra insieme alle due città capofila, Perugia e Orvieto, sia a partecipazione gratuita, è consigliabile iscriversi online sul sito di PROMO PA Fondazione (www.promopa.it), che si è occupata dell’organizzazione scientifica dell’evento.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »