energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Le dieci dame di Parigi di Gian Luigi Pizzetti My Stamp

4 settembre ore 21,00
Limonaia di Villa Strozzi, Via Pisana 77 – Firenze
Presentazione del libro con spettacolo
con Margherita Patti, Stefano Gragnani, Ugo Galasso, Marco Bucci e Gian Luigi Pizzetti
Organizzato da Officine Creative
Ingresso libero

Una scanzonata presentazione di un libro tra letture di brani e canzoni d’autore per una breve serata all’insegna della simpatia e della leggerezza. Margherita Patti legge i brani, Stefano Gragnani con Ugo Galasso al clarinetto e Marco Bucci al piano canta, mentre Gian Luigi Pizzetti presenterà il suo libro.

Che cosa succede quando un “turista per caso” capita per l’ultima volta a Parigi? Il vecchio protagonista, innamorato della città come di una antica amante, casca suo malgrado in un’altra dimensione della capitale. Un’atmosfera surreale lo fa vivere tra morti illustri e personaggi da fiaba.
Così, incontrando personaggi a lui cari, si lascia condurre tra le strade ed i vicoli in una strana serie di incontri singolari, apparentemente casuali: conosceremo le misteriose dieci dame e i loro riti segreti, soubrette del Lidò, strane marionette, gatti parlanti, fino ad un memorabile volo sopra la città, la visita ai cimiteri e ai loro morti illustri .
Tra le dieci affascinanti vecchiette svetta la figura di Anselma de Mendoza, travestito affascinante e dalla imprevedibile personalità che vuole rubare la scena agli altri protagonisti. Un pizzico di folclore da guida turistica un po’ d’annata fa da condimento alla pietanza in una amalgama imprevedibile.
Il tutto è visto attraverso gli occhi disincantati del narratore che, per celebrare la sua stessa morte, non rinuncia ad una ironia ridanciana e iconoclasta.

Gian Luigi Pizzetti, nato a Buenos Aires il 12 febbraio 1953, è attore di prosa dal 1978 con esperienze varie che vanno dal teatro tradizionale fino al teatro di sperimentazione con alcuni passaggi in cinema e radiofonia.
Diplomato allo studio Fersen di Roma nel 1978 , lavora al Teatro Stabile di Bolzano, teatro stabile di Roma, teatro stabile dell’Aquila, Teatro Stabile di Trieste, Teatro Biondo Stabile di Palermo, Teatro Stabile di Catania.
Ha lavorato con molte compagnie private (Lionello-Blank, …), con grandi registi italiani e stranieri (R. Polansky, L. Squarzina, M. Missiroli, B. Navello, G. Proietti, A. Benvenuti, …), tra i suoi spettacoli più significativi “Il caso Danton” con Mario Maranzana,” Amadeus” con Luca Barbareschi, “Aspettando Godot” con Virginio Gazzolo, “Zio Vanja” con Andrea Giordana. Ha partecipato al Festival di Todi, al Festival di Caserta, al Benevento Festival, al Festival RomaEuropa a Villa Medici,
alla Rassegna Futurista Parigina. E’ anche autore teatrale ed ha messo in scena in forma di monologhi alcuni suoi testi. Recente presenza televisiva nel “San Pietro” con Omar Sharif. Ultima sua fatica, nel dicembre del 2005, “Sostiene Pereira” di Antonio Tabucchi, per il Teatro Stabile di Torino, con Paolo Ferrari.
Ha lavorato in teatro, cinema, televisione, realizzato un disco e ora si è dedicato alla scrittura.
Un personaggio ecclettico!

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »