energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Le dieci donne più pericolose della rete e il cattivo Brad Internet

MacAfee, una delle maggiori case produttrici di software di protezione informatica e antivirus, ha da poco pubblicato la Top Ten delle “celebrities” più pericolose della rete. Ma cosa c’è di pericoloso nell’andare a cercare informazioni, foto, filmati di queste star? Se non ci pensiamo e non ce ne rendiamo conto vuol dire che sottovalutiamo le capacità dei signori hacker o dei cattivoni che producono malware. Occhio!
Queste celebrità sono un bersaglio facile. Milioni di persone sono alla loro ricerca, in tutto il mondo, tutti i giorni: per gli hacker è quindi facile seguirne l’attività e “droppare” (far cadere, installare all’ insaputa)  un file indesiderato sui computer di questi incauti navigatori. Molto spesso poi queste “ricerche” fanno approdare su siti piccoli, mal gestiti, con poche regole di sicurezza facilmente violabili. Da qui a diventare vittime di "phishing" il passo è breve.
Come fare a proteggersi o almeno a ridurre al minimo il rischio di “infezione”?
Innanzitutto tenete d’occhio la Top Ten
1. Heidi Klum
2. Cameron Diaz
3. Piers Morgan
4. Jessica Biel
5. Katherine Heigl
6. Mila Kunis
7. Anna Paquin
8. Adrianna Lima
9. Scarlett Johansson
10. Brad Pitt, Emma Stone, Rachel McAdams
Al decimo posto l’unico uomo a pari merito.

La prima regola seria è avere sempre installato un buon software antivirus magari con filtro antispamming (se siete utenti Windows, il discorso è diverso per chi ha iOs o Linux: in questi casi siete protetti a prescindere, quasi totalmente). Purtroppo di gran lunga gli antivirus migliori sono quelli a pagamento e tra questi Kaspersky , MacAfee, BitDefender e Norton (in ordine da classifica). Tenete sempre aggiornato il software di protezione. Fate uno scan completo almeno una volta ogni 15 giorni. Sconsiglio l’uso di programmi antimalware o “ripulitori” di registro che possono fare più danni di un virus o di un trojan (tipo CCleaner, troppo usato sconsideratamente).

Seconda regola: fare uso di addon di protezione sul proprio browser (i famosi “componenti aggiuntivi”). Alcuni sono comuni per tutti i browser, altri specifici, ma svolgono un buon lavoro nel filtrare le “cattiverie”, garantire la vostra privacy e avvertirvi se state per addentrarvi in siti pericolosi.
Eccovene tre universali con relativo link alla pagina di installazione.
Adblock Plusutilissimo per filtrare banner e pubblicità (anche quella occulta nel codice). E’ possibile anche impedire “manualmente” l’apertura di certe pagine, foto, link…Funziona bene anche per evitare possibili “tracciature”.
WOT add-on che permette spesso di rimanere al sicuro da pericoli non spesso individuabili con le procedure di protezione automatizzate. Si basa sul giudizio di milioni di utenti web, che danno un voto alle varie falle di sicurezza o una valutazione positiva di attendibilità. E’ una valutazione della “reputazione” di un sito.
Ghostery rivela tutto ciò che è nascosto nella pagina web che state visitando, dalle tracciature ai link nascosti, dai contatori di visita a valutatori dei tuoi “gusti”. In ogni momento potete sapere chi e come vi sta controllando, dai gestori  web ai data provider e così bloccarli.

Uomini avvisati…mezzo salvati!

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »