energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Le idee degli altri: Autolib, l’elettrica a ore Società

Lanciata  all’inizio di dicembre del 2011, sulla scia del grande successo di Velib,  la bici che ha convertito  alle due ruote migliaia di parigini e turisti in visita,  Autolib può già definirsi un successo commerciale, con oltre 45.000 abbonati  che confermano per il 2014 il pareggio dei conti.  Il numero dei noleggi poi ha registrato un aumento  folgorante  da maggio a fine settembre è svettato da 118.000 a 780.000 con una media di 5.000 al giorno.  Senza contare i 16.000 abbonamenti ‘premium’ che mettono al tuo servizio la silenziosa vetturetta elettrica per 144 euro all’anno più 5 euro per mezz’ora di utilizzo. Secondo gli ultimi dati,  a utilizzare Autolib sono soprattutto i parigini che non dispongono di una vettura (70%), in maggioranza uomini (70%). Nel giro di un anno intanto Autolib ha messo a disposizione dei suoi clienti, per lo più giovani tra i 25 e i 30 anni,  1.750  vetture sulle 3.000 previste dal progetto per i prossimi anni. Le stazioni dove recuperare la  ‘Bluecar’ , l’auto disegnata da Pinifarina ed equipaggiata dalle batterie al litio prodotte dell’industriale e finanziere brettone Vincent Bolloré,   hanno superato il migliaio, di cui duecento in zone periferiche della capitale.  Con Autolib la guerra del sindaco Bertrand Delanoé  contro l’inquinamento non si ferma: il comune è ben determinato a scacciare le altre automobili dalla città con estensioni di zone a velocità ridotta, bando delle  vetture inquinanti e chiusura alle automobili dei quais lungo la Senna che al momento sono rapide vie di scorrimento. Misure che rischiano pero`di rendere la vita impossibile a quelle migliaia di persone che per lavoro ogni giorno devono raggiungere la capitale  e di creare immensi ingorghi che paralizzeranno anche autobus e taxi. 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »