energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Le ossa di Monte Morello sono di una donna Cronaca

Il 21 novembre scorso la Polizia Forestale aveva trovato alcune ossa umane sulla collina di Monte Morello, sopra Firenze. L’esame dei resti, che era stata affidata al dottor Ugo Ricci del Dipartimento di diagnostica genetica dell’ospedale fiorentino di Careggi, ha confermato che si tratta delle ossa di una donna. La prova del dna ha confermato, dunque, la prima analisi. Ulteriori esami dovranno chiarire, però, l’età della donna ed a quando risale il suo decesso. Le ossa, che erano sparse ad una certa distanza le une dalle altre, apparterrebbero tutte alla stessa persona e formerebbero uno scheletro quasi completo. La Procura di Firenze ha disposto che, una volta ottenuto un profilo genetico completo dalle ossa rinvenute a Monte Morello, vengano eseguite comparazioni fra queste ed il dna di alcune donne scomparse negli ultimi tempi. Il pubblico ministero Ettore Squillace Greco, intanto, ha chiesto che venga confermato che le ossa sono tutte della stessa persona, ma le prime indagini della polizia fiorentina farebbe pensare che quelli trovati sulla collina di Firenze siano i resti di Margherita Bisi. La trasmissione di Rai 3 “Chi l’ha visto?”, invece, ha ipotizzato che le ossa di Monte Morello appartengano a Barbara Corvi, una donna di 35 anni di Amelia (Terni) scomparsa nel 2009.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »