energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

L’è riBuccia, 3 sere per rivivere la storia del Lippi e la Firenze anni ’70 Cultura

Firenze – Stasera a Firenze prende il via un evento speciale che durerà tre giorni e che rimette in campo una generazione speciale. Quale? Quella della Buccia, primo locale underground cittadino nato nel 1971. Segnale e bandiera di una storia che da lì a poco avrebbe rinnovato per sempre l’Italia.

Dunque da stasera 5 giugno con proseguimento il 6 e il 7 di giugno dalle 18,30 in poi fino a notte inoltrata, al Circolo Ricreativo Arci e ai giardini del Lippi (Via Pietro Fanfani, 16) si racconta la storia degli anni ’70 e quella di un quartiere che tanto assomiglia a un “paese in città”.

Una tre giorni di musica, teatro, dibattiti, mostre, giochi, presentazione di libri, cene sociali e quant’altro per festeggiare l’uscita del Quaderno n° 1 delle Piazze di quegli immaginifici anni ’70 in un posto, il Circolo Ricreativo Arci e il giardino del Lippi, che diedero vita, ambedue nel ’71, al primo locale underground della scena musicale fiorentina: la Buccia. Anche alla prima occupazione di quartiere, riuscita vincente, di un latifondo che nelle intenzioni doveva divenire un complesso di palazzoni da “rione dormitorio” ed è divenuto, grazie a quelle lotte, lo splendido spazio verde che è oggi il giardino del Lippi.

Interverranno gli storici fondatori della Buccia nella persona di Sergio Mantini e i suoi Spyders (domenica 7 a tarda ora dopo gli altri gruppi), il Generale (Stefano Bettini) e Mark’One (venerdì 5), Mario Cavallero e Ornella Marini (sabato 6). Domenica, DJ set del Dott. Rose e di Tony Topazio (Controradio). Mentre il sabato verranno presentati i libri di Bruno Casini e di Milena Prestia, proiettati filmati e saranno presenti mostre fotografiche oltre ad un mercatino di prodotti artigianali e di antiquariato.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »