energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lecca incontra gli studenti live tweeting dall’account @blogItcT Internet

Firenze –  Nicola Lecca, giovane scrittore di talento e autore del fortunato romanzo La piramide del caffè (Mondadori 2013) incontrerà oggi gli studenti di alcune classi dell’ITC di Tortolì, coordinate dalla Prof.ssa Tomasa Zanda. L’evento, contrassegnato sui social dall’HT #lapiramidedelcaffè/live, sarà trasmesso in live tweeting dall’account @blogItcT a partire dalle ore 12.00 e lo sharing online sarà supportato dall’aula digitale unblogdiclasse®.

Arriva dunque in Sardegna, terra madre dello stesso Lecca, e in tradizionale modalità offline, l’esperimento social di lettura e recensione con cui Elisa Lucchesi, docente di Latino e Materie Letterarie presso il Fermi di San Marcello Pistoiese, ha dato avvio alla sperimentazione didattica confluita poi nel blog classificatosi secondo ai LibrInnovando 2014. Il format #lapiramidedelcaffè, creato nel Marzo 2013 in collaborazione con Nicola Lecca e Libri Mondadori, nasce da uno spunto de Il Sole24Ore e si propone di favorire la diffusione e la lettura in ambito scolastico di romanzi di letteratura contemporanea.

Lo spunto iniziale per il progetto è nato dalla recensione di Roberto Carnero, “Un caffè a lieto fine”, (Il Sole 24 Ore – Domenica , 3 Marzo 2013) che, nella parte finale del testo, suggeriva la lettura de La piramide del caffè nelle scuole: “almeno per due motivi. Innanzitutto, perché confronta i lettori, una volta tanto, con alcuni valori positivi (fiducia nella vita, apertura agli altri, attenzione alla società), in un momento storico in cui davanti ai nostri ragazzi vengono poste quasi sempre prospettive nere se non tragiche. In secondo luogo, per le qualità di scrittura di Nicola Lecca, caratterizzata da uno stile di notevole forza e precisione. Uno stile sez’altro da imitare”.

L’idea è parsa fin da subito adeguarsi alla necessità – per non dire all’urgenza – di svecchiare i contenuti didattici proposti nelle aule scolastiche, consentendo agli studenti di confrontarsi con testi di narrativa contemporanea. Grazie alla disponibilità dell’Autore, la sfida è stata dunque raccolta e ne è nato un piccolo contest su Anobii, vinto da Francesca Santi (tutti i materiali sono disponibili nell’archivio www.unblogdiclasse.it alla categoria #lapiramidedelcaffè) e conclusosi con una Twitter intervista all’Autore in data 14 Novembre 2013.

Il format, che ha goduto di una rinnovata vitalità nella primavera 2014 in due classi coordinate dalla Pro.ssa Tomasa Zanda, trova ora sua naturale conclusione in un incontro offline, con ampio sharing su Twitter dei contenuti. Le classi coinvolte nelle due diverse fasi progettuali potranno peraltro interagire, abbattendo le distanze spaziali, in una modalità spontaneamente associativa che pare senza dubbio allinearsi ai gemellaggi recentemente proposti da etwinning anche tra partner italiani. È evidente la forte valenza sociale insita nel progetto #lapiramidedelcaffè, che nella sua versione sarda pare sia addirittura riuscito ad accostare per la prima volta alcuni studenti alla lettura integrale di un romanzo.

Del resto, la stessa preparazione dell’intervista, che nello scorso autunno ha coinvolto i ragazzi di unblogdiclasse® e che ora vede protagonisti i ragazzi di @blogitcT trainati dalla carismatica figura del giovane Lorenzo Farci, si configura come importante presa di coscienza di quel ruolo di responsabilità e autodisciplina che una #buonascuola, vissuta in prima persona, riesce senza dubbio a regalare.

Si conclude dunque un circolo virtuoso che dalla realtà social, troppo spesso vituperata, muove verso obiettivi di carattere sociale, accostando attraverso un uso intelligente dei new media i giovani alla lettura. L’augurio è che l’iniziativa abbia successo, sì da dimostrare che inedite sinergie tra scuola ed editoria possono davvero rappresentare un significativo passo avanti verso un tanto auspicato modello di #buonascuola 2.0

Print Friendly, PDF & Email

Translate »