energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, affonda il Pisa, successi di Arezzo e Siena Sport

Firenze – Bilancio quasi fallimentare per il calcio toscano in questa 20° giornata del Girone B del campionato di Lega Pro. Su nove squadre in campo spiccano soltanto le vittorie dell’Arezzo sul Tuttocuoio e del Siena che a Prato ha centrato il settimo successo.

Dunque sconfitte Tuttocuoio, Lucchese, Carrarese, Pistoiese, Prato, Pontedera e Pisa. I nerazzurri pisani ad Ancona forse hanno visto naufragare le speranze di contrastare il passo alla Spal verso il successo finale nel girone.

ANCONA – PISA 2 – 0

Brutta storia per il Pisa. La squadra nerazzurra è incappata nella seconda sconfitta consecutiva (mai successo prima in questo campionato) dopo lo stop in casa contro il Teramo.

Il Pisa in classifica, è vero che rimane al secondo posto, ma il suo distacco dalla capolista Spal, vittoriosa a Pistoia, è salito a nove punti. Quindi l’esito del suo inseguimento alla squadra di testa è in gran parte compromesso. E con esso la possibilità di vincere il Girone B ed essere promossa direttamente in serie B. Le speranze di promozione rimangono legate ai playoff.

Sicuramente ci sarà un vertice dirigenziale al Pisa per fare il punto su questa delicata situazione. Forse verrà messa in discussione anche la panchina di Rino Gattuso.

La partita. Subito un contrattempo per i nerazzurri. Rozzio lasciava il campo infortunato. Nella seconda parte del primo tempo l’Ancona realizzava due reti. Prima con Cazzola, poi con Pedrelli.

Per il Pisa strada in salita. All’inizio della ripresa debuttava Luca Tabanelli. Ma l’andamento del match mutava poco. Nerazzurri più aggressivi. Ma niente reti. Nemmeno al 90’ quando ha usufruito di un rigore (Peralta atterrato in area da Konate espulso) calciato da Mannini e parato da Lori.

Con questo successo l’Ancona (in panchina c’era Renato Tasso che sostituiva Cornacchini squalificato) occupa da solo il quarto posto in classifica.

 PRATO – SIENA 0-1

Al Prato manovre e superiorità territoriale, al Siena il successo. Questa, forse, la sintesi dell’atteso derby toscano. I bianconeri realizzavano il gol in apertura di partita con il francese Yamga (quarta rete personale).

I lanieri faticavano a reagire prima del riposo. Cosa che invece facevano con determinazione nella ripresa. Ma i loro sforzi non davano esito positivo. E così il Prato ha incassato la seconda sconfitta consecutiva (era reduce dallo stop ad Ancona) ed è scivolato nella zona playout.

Il Siena invece, dopo il pareggio interno con la Pistoiese, ha centrato a Prato la sua settima vittoria (9 pareggi e 4 sconfitte) e in classifica affianca la Carrarese al quinto posto.

PONTEDERA – L’AQUILA 1-2

Stop del Pontedera sul campo amico. La squadra pontederese veniva da tre risultati utili consecutivi cioè due pari ed un successo. E’ la quinta sconfitta (la terza in casa). Ed è anche l’ennesima conferma che questa squadra di Paolo Indiani è più brava in trasferta che in casa (18 punti lontano da casa, 11 sul campo amico).

A parziale giustificazione di questa battuta d’arresto le tantissime assenze dei titolari.

Vantaggio de L’Aquila su rigore dopo un quarto d’ora di partita. Dal dischetto Ceccarelli. All’inizio della ripresa raddoppiavano gli abruzzesi con Sandomenico. Accorciava le distanze l’attaccante Scappini incontrato leader della classifica dei marcatori con ben 16 reti (il bomber allo scadere del primo tempo aveva colpito una traversa).

AREZZO – TUTTOCUOIO 4 – 0

Derby spigoloso con una espulsione e sei ammonizioni. Con due reti per tempo L’Arezzo vince con due reti per tempo e si porta in una zona tranquilla della classifica. Per gli amaranto quinta vittoria del campionato.

Dopo appena sei minuti di partita il neo arrivato Giuseppe Greco (in panchina l’altro acquisto Federico

Varano) segnava due reti. E nella ripresa le altre due reti : prima con l’ottimo Tremolada (nono gol personale) ed allo scadere della partita su rigore con Defendi.

Momento negativo invece per Tuttocuoio che ha incassato l’ottava sconfitta. Mancava di alcune pedine importanti più l’allenatore Cristiano Lucarelli squalificato (in panchina il vice Richard Vanigli) ed ha giocato gli ultimi minuti in dieci per l’espulsione di Muroni. Comunque nessun dramma. L’obiettivo della società è la salvezza al momento a portata di mano.

LUCCHESE – MACERATESE 1 – 2

Uno stop non previsto dai toscani reduci da due risultati utili (pari con la Spal, successo con la Lupa Roma). Per la Maceratese, invece un sorriso dopo diverse delusioni. Marchigiani in vantaggio dopo un quarto d’ora con Colombi. In apertura di ripresa parità per la Lucchese su rigore con Terrani. Ma allo scadere di un’ora di gioco i marchigiani tornavano in vantaggio ancora con Colombi.

PISTOIESE – SPAL 0 – 1

Quando tutti ormai aspettavano il fischio di chiusura arrivava il gol vincente per la Spal realizzato dal neo acquisto Luigi Grassi. Un brutto colpo per la Pistoiese che, pur non avendo disputato una bella partita, il pareggio lo avrebbe meritato per l’impegno profuso ad arginare un avversario quale la Spal che non a caso guida con sicurezza la classifica.

La Pistoiese, tra l’altro, era priva di Da Monte, Mungo e Petriccione squalificati. La squadra rimane nella zona dei playout, ma forse ora dispone delle forze per risalire la classifica.

CARRARESE – SAVONA 0 – 1

Forse la lunga, logorante e drammatica situazione della società ha finito per coinvolgere anche la squadra. La Carrarese è in mano ad un liquidatore e rischia il fallimento. La tifoseria è in agitazione. Tensioni, paure che forse hanno finito per cancellare la serenità con cui la squadra aveva finora lavorato.

Recentemente aveva collezionato ben tre successi uno dietro l’altro. Contro il Savona ha invece ha infilato la

seconda sconfitta consecutiva (prima era stata battuta dal Santarcangelo).

Contro il Savona è apparsa una squadra sbiadita (era anche priva di Dettori). E dopo un’ora di partita anche in dieci per l’espulsione di Berardocco. E tre minuti dopo quella espulsione il Savona segnava con il bomber Virdis. Per la Carrarese sesta sconfitta (più 8 vittorie e 6 pareggi).

RIMINI – LUPA ROMA 1 -1

E’ stato uno pareggio che non serve molto alle due squadre impelagate nella basa classifica. Rimini subito in vantaggio con Varutta, ma rimasto in dieci dopo una ventina di minuti per l’espulsione di Puccio.

All’inizio della ripresa la squadra romana pareggiava con Daffara ed nelle battute finali fuori anche Pasqualoni quindi in campo 10 giocatori per parte.

Rimini che non vince da otto giornate (4 pari e 4 sconfitte). Ma situazione assai critica anche per Lupa Roma che è penultima in classifica.

 

TERAMO – SANTARCANGELO

Giuso verdetto di parità. Sul finire del primo tempo ospiti in vantaggio con una bella rete di Margiotta Teramo. I padroni di casa, che una settimana prima avevano espugnato il campo del Pisa, acciuffavano il pari ad una decina di minuti dalla fine con una rete di Petrella.

CLASSIFICA

Spal p. 44;

Pisa p. 35;

Maceratese p. 34

Ancona p. 33;

Carrarese e Siena p. 30;

Pontedera p. 29;

Arezzo e L’Aquila p. 27;

Tuttocuoio e Lucchese p. 24;

Santarcangelo e Teramo p. 23;

Prato p.20;

Pistoiese p. 19;

Rimini p. 18

Lupa Roma p. 12;

Savona p. 11.

——————————-

 RISULTATI – Arezzo-Tuttocuoio 4-0; Rimini-Lupa Roma 1-1; Lucchese-Maceratese 1-2; Pistoiese-Spal 0-1; Carrarese-Savona 0-1; Ancona-Pisa 2-0; Prato-Siena 0-1; Pontedera-L’Aquila 1-2; Teramo-Santarcangelo 1-1.

 

PROSSIMO TURNO

SABATO 6 – L’Aquila-Ancona, ore 14; Santarcangelo-Pistoiese, ore 14,30; Savona-Teramo, ore 15; Maceratese-Rimini, ore 15; Siena-Lucchese, ore 20,30.

DOMENICA 7 – Lupo Roma-Prato, ore 15 campo Aprilia; Pisa-Arezzo, ore 15; Tuttocuoio-Carrarese, ore 17,30.

LUNEDI 8 – Spal-Pontedera ore 20. Diretta RAI Sport.

—————————

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »