energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, bene le toscane, Arezzo e Pistoiese vittoriose in trasferta Breaking news, Sport

Firenze – La Cremonese ha spodestato l’Alessandria dal comando della classifica. I piemontesi erano al comando dall’inizio del campionato a momenti con un vantaggio anche di 10 punti. Turno positivo anche per il calcio toscano. Per merito essenzialmente della Pistoiese e dell’Arezzo vittoriosi in trasferta. Ma bene pure Lucchese e Pontedera che hanno centrato in pieno il risultato. Hanno pareggiato Carrarese e Tuttocuoio e sono state brave perché ottenuto in trasferta, un po’ meno il pari delLivorno in casa. Delle nove nostre squadre sono state sconfitte solo Robur Siena e Prato. Sconfitte pesanti, ma non dovrebbero provocare danni di rilievo.
LIVORNO – TUTTOCUOIO 1 – 1

Il Livorno non riesce a piegare Tuttocuoio. E tutto sommato è stato anche un risultato accettabile. Dunque pronostico smentito; la squadra labronica perde il terzo posto in classifica; qualche fischio dai delusi tifosi livornesi nonostante sia stato questo il sesto risultato utile della squadra. Assenti Borghese e Gonelli. Tuttocuoio si è battuto con grande generosità. E nonostante abbia subito il gol dopo soli 4 minuti di partita – rete di Vantaggiato su punizione – non si è mai arreso. Anzi nella ripresa prendeva quota e meritatamente al 65’ pareggiava con un gol di Ferrari. E strappava così un punto prezioso (il secondo nelle ultime quattro partite) perla sua delicata classifica. Assenti Markaj, Tiritiello e Shekiladze.

— — — — — — — — — — — — — — —

LUCCHESE – ROBUR SIENA 3 – 2

E’ stato un derby vibrante, combattuto, divertente visto che ha offerto anche ben cinque gol. Successo di misura della Lucchese, ma meritato. E con questa sua 12° vittoria la squadra lucchese consolida la sua posizione valida per partecipare ai playoff. E’ stato questo il quarto risultato utile consecutivo (due pari e due vittorie) quindi la Lucchese dimostra di attraversare un buon momento di forma. La Robur Siena si è battuta con slancio, assente lo squalificato Dario D’Ambrosio, ma niente ha potuto contro i padroni di casa quest’ultimi avvantaggiati anche dalla circostanza che il Siena nell’ultima mezzora ha giocato in dieci per l’espulsione di Freddi il cui fallo provocava anche un rigore che Merlonghi realizzava. La Lucchese a quel punto conduceva per due a uno : doppietta di De Feo per i rossoneri, gol del senese Ciurria. Quell’episodio – fuori Freddi e rigore per la Lucchese toglieva slancio e fiducia nei bianconeri senesi anche se accorciavano le distanze con una rete di Marotta. Insomma il Siena deve darsi una mossa visto che nelle ultime sei partite ha totalizzato cinque sconfitte ed un pari.

— — — — — — — — — — — — — — — –

PONTEDERA – GIANA 2 – 0

Il Pontedera mette al tappeto il Giana Erminio e con i tre punti conquistati si allontana in modo definitivodalla zona playout. La squadra granata ha vinto senzadiscussioni questo valido match nonostante le tante assenze – Massa, Gemignani, Grassi, Udoh, Corsinelli – con il classico punteggio di due a zero. Gol realizzati nel giro di una decina di minuti della ripresa autori prima Calcagna, che nel primo tempo aveva centrato anche una traversa, poi Della Latta. E così il Pontedera mette in fila 11 risultati positivi. Il Giana Erminio si era presentato a Pontedera come la squadra più in forma del momento e che dei suoi 60 punti ben 33 gli ha conquistati in trasferta. Questo dato statistico accresce valore al successo della squadra di Paolo Indiani.

— — — — — — — — — — — — — –

PRATO – CREMONESE 0 – 1

Non meritava la sconfitta il Prato perché ha giocato meglio della Cremonese. Ma il calcio è anche questo. Certo la squadra dei lanieri, pur senza Carcuro, Biondi e Ceccarelli, anche un pareggio sarebbe stato prezioso perché la classifica piange. Fortunatamente Racinig Roma e Lupa Roma, ultima e penultima in classifica, hanno perduto non cambia la posizione del Prato. Per la squadra di Francesco Monaco restano credibili le ipotesi che eviterà la retrocessione perché nelle ultime sette partite quasi tutte contro avversari molto quotati ha totalizzato cinque risultati positivi e due sconfitte. Contro la Cremonese incassava la rete dopo venti minuti autore Porcari. Ma il Prato restava la squadra in campo più propositiva che eneva a lungo la partita in pugno. E segnatamente nella ripresa quando la sua pressione si faceva più serrata, più continua avrebbe meritato di raddrizzare il risultato.

— — — — — — — — — — — — — — — — — — –

OLBIA – CARRARESE 1 – 1

In trasferta un punto non è mai da buttare. Tanto meno per la Carrarese che meritatamente ha pareggiato ad Olbia e quel punticino serve per allontanarsi un po’ dalla zona playout. Il risultato è giusto tenuto conto anche che gli apuani erano privi di Belfasti, Migliavacca, Bastoni e De Micheli. Un tempo ciascuno. Il primo per la Carrarese che segnava già al 9’ con Cristini e poi controllava bene la reazione dei sardi fino al riposo. Nella ripresa l’Olbia (13 partite di cui 11 sconfitte e 2 pari) con in panchina il nuovo allenatore Bernardo Mereu di Alghero al posto di Simone Tirabocchi, riusciva al 63’a pareggiare con Kouko.

— — — — — — — — — — — — — — — — —

RENATE – PISTOIESE 0 – 1

Splendida vittoria della Pistoiese. Splendida perché con questi tre pungi la squadra sembra definitivamente evitare i playout; splendida perché ottenuta sul campo del Renate che in casa su 17 partite ne aveva perdute soltanto una. E splendida infine perché nel finale di partita i toscani attaccavano creando più di un problema ai lombardi. Tutta la squadra merita un applauso per questa decimavittoria e terza in trasferta (nelle ultime 5 partite aveva messo insieme solo 4 punti), ma un bravo particolare a Rovini, veramente scatenato ed autore della rete ad un quarto d’ora dalla fine con un gran tiro a volo, ed al portiere Albertoni che ha risolto più di una delicata situazione.

— — — — — — — — — — — — — — — —

LUPA ROMA – AREZZO 0 – 1

Sebbene privo degli squalificati Giuseppe De Feudis e Fabio Foglia e degli infortunati Solini, Barison, Grossi e Ferrario, l’Arezzo ha espugnato il campo della Lupa Roma. Per la squadra toscana è il settimo risultato utile consecutivo (4 vittorie e 3 pareggi). E si conferma al terzo posto in classifica. La rete del successo è arrivata solo a tre minuti dalla fine con la rete di Luciani. Ma l’Arezzo, dopo un primo tempo scialbo con due squadre che guardavano più a non prendere gol; nella ripresa avrebbe meritato di realizzare più gol. Tra l’altro al 72’ falliva un rigore calciato sul fondo da Moscardelli. Con questa sono 18 le vittorie degli aretini ed il settimo in trasferta. La Lupa Roma non vince da nove giornate e così rimane al penultimo posto in classifica.

— — — — — — — — — — — — — — — — — — —

VITERBESE – ALESSANDRIA 1 – 1

Clamoroso, impensabile. L’Alessandria capolista dall’inizio del campionato anche con 10 punti sulla Cremonese diretta inseguitrice arrivata a tre giornata dalla fine della regular season, è stata sorpassata dalla Cremonese vittoriosa a Prato. Insomma i grigi piemontesi non sono più invincibili come lo sono stati fino a poche settimane fa. Ed oggi hanno ceduto lo scettro della classifica. Forse tanta flessione si deve alla stanchezz al logoramento nervoso per aver condotto un campionato sempre in testa. Nelle ultime quattro partite ha totalizzato 2 pareggi; 1 vittoria e 1 sconfitta. Con la Viterbese avrebbe potuto anche vincere per aver guidato la partita per lungo tempo. Prima colpiva una traversa poi, al 55’, passava in vantaggio con Rosso, ma a 10’ dalla fine si faceva raggiungere da una rete di Jefferson.

— — — — — — — — — — — — — — — —

RACING ROMA – PIACENZA 3 – 3

Tante emozioni e tanti gol. Ed un pareggio giusto che però al Racing Roma non serve in quanto in classifica rimane il fanalino di coda. Il tentativo di vincere da parte di laziali veniva vanificato dalla circostanza che gli ultimi 45’ restavano in dieci per l’espulsione, rosso diretto, di Macellari. Ma è un pareggio che serve poco anche al Piacenza in quanto l’obiettivo di acciuffare il quinto posto rimane molto difficile. I gol. Subito in vantaggio il Piacenza con Nobile; pareggio del Racing Roma alla mezzora con Corticchia; di nuovo in avanti gli emiliani con Nobile e di nuovo parità con De Sousa prima del riposo. Ripresa. Dopo quattro minuti romani in avanti con Macellari, ma poi in inferiorità numerica non riuscivano ad evitare il pari del Piacenza. Insomma un’altalena di reti ed alla fine tre gol per parte.

— — — — — — — — — — — — — — — — — — — –

PRO PIACENZA – COMO 1 – 2

Ha vinto il Como. Ma forse un pareggio sarebbe stato un risultato più giusto fra due squadre che non sono in un momento brillante. Comunque con questa affermazione il Como si è messo nelle condizioni di entrare nel gruppetto delle squadre che disputeranno i playoff. Lariani in vantaggio alla mezzora con Pessina, allo scadere di un’ora di gioco pareggiava il Pro Piacenza, ma nelle battute finali il Como tornava in vantaggio con la rete vincente di Le Noci.

— — — — — — — — — — — — — — –

CLASSIFICA – GIRONE A

1°) Cremonese p. 72;

2°) Alessandria p. 71:

3°) Arezzo p. 64;

4°) Livorno p. 62;

5°) Giana p. 60;

6°) Piacenza p. 56;

7°) Viterbese e Como p. 52;

9°) Renate p. 50;

10°) Lucchese p. 48;

11°) Pro Piacenza p. 45;

12°) Pistoiese e Pontedera p. 42;

14°) Robur Siena p. 39;

15°) Carrarese p. 35;

16°) Tuttocuoio p. 34;

17°) Prato, Olbia p. 33;

19°) Lupa Roma p. 31;

20°) Racing Roma p. 29.

— — — — — — — — — — — — — — — — — — –

CLASSIFICA MARCATORI

19 RETI Bocalon (Alessandria);

18 RETI : Gonzalez (Alessandria);

16 RETI : Brighenti (Cremonese); Moscardelli (Arezzo);

Bruno (Giana);

15 RETI : Forte (Lucchese); De Sousa (Racing Roma);

13 RETI : Pesenti (Pro Piacenza); Marotta (Siena)

12 RETI : Neglia (Viterbese);

11 RETI : Cellini (Livorno); Santini (Pontedera);

Taugourdeau (Piacenza);

10 RETI : Polidori (Arezzo); Floriano (Carrarese);

Scappini (Cremonese); Moncini (Prato); Rovini

(Pistoiese);

9 RETI : Marzeglia (Renate); Chinellato (Como); De Feo

(Lucchese);

8 RETI : Capello (Olbia); Razzitti e Romero (Piacenza);

Shekiladze (Tuttocuoio); Fofana (Lupa Roma); Colombo

(Pistoiese); Pessina (Como); Maiorino (Cremonese); Kouko

(Olbia);

7 RETI : Ragatzu (Olbia); Maritato (Livorno); Gullit

(Giana); Le Noci (Como);

6 RETI : Berlingheri, Scarselli e Stanco (Cremonese);

Murillo (Livorno); De Feo (Lucchese); Tavano (Prato);

Musetti (Pro Piacenza); Bunino (Siena); Marano e

Sandomenico (Viterbese); Kabashi (Pontedera); Miracoli

(Carrarese).

— — — — — — — — — — — — — — — –

16° DI RITORNO – GIRONE A

RISULTATI – Viterbese-Alessandria 1-1; Olbia-Carrarese 1-1; Racing Roma-Piacenza 3-3; Renate-Pistoiese 0-1; Lupa Roma-Arezzo 0-1; Pontedera-Giana 2-0; Livorno-Tuttocuoio 1-1; Lucchese-Robur Siena 3-2; Pro Piacenza-Como 1-2; Prato-Cremonese 0-1.

— — — — — — — — — — — — — — — —

17° DI RITORNO – GIRONE A

22 APRILE – Piacenza-Livorno, ore 14,30; Cremonese- Lucchese; Como-Lupa Roma; Pistoiese-Olbia; Carrarese- Pontedera, ore 20,30; Arezzo-Prato; Giana-Pro Piacenza, ore 18,30; Tuttocuoio-Racing Roma, ore 14,30; Alessandria-Renate, ore 20,30; Robur Siena-Viterbese, ore 14,30.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »