energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro, bene Livorno, Lucchese e Siena; Prato e Pontedera gravissima crisi Sport

Firenze – Per le nove squadre toscane questo 12° turno del Girone A del campionato di Lega Pro ha riservato sorrisi per alcune grandi amarezze per altre.

Giornata di gioia per Livorno che forse ha infilato la strada sperata dai suoi tifosi; la Lucchese che ha battuto un’avversaria temibile quale la Viterbese e la Robur Siena che si è aggiudicato il derby con la Carrarese.

Invece profonda amarezza in particolare per Prato e Pontedera due squadre in grande e preoccupante crisi. TremanolLe panchine di queste due squadre. “Fermate” anche Tuttocuoio e Carrarese, ma per loro niente problemi.

——————————

LIVORNO – PRATO 5 – 1

Il Livorno torna a sorridere, erano tre giornate che con vinceva, il Prato sprofondano sempre più in una gravissimi crisi di cui non si vede la soluzione.

Il risultato numerico esprime da solo la notevole differenza fra le due squadre. I labronici hanno dominato la scena realizzando già nel primo tempo tre reti contro un Prato spento, inoffensivo. Nella ripresa una rete per parte, ma la partita era virtualmente chiusa al riposo.

Autori del gol : lo sloveno Enej Jelenia, Cellini su rigore, Lambrughi e Morelli; mentre Danese segnava la rete della bandiera degli ospiti.

Dunque il Livorno ha conservato l’imbattibilità del proprio campo e con questa vittoria i tifosi livornesi sperano che la squadra, dopo un cammino a corrente alternata, abbia imboccato una strada più vincente tale da garantire alla fine un posto nei playoff.

Per il Prato parlano i dati. Ultimo in classifica, 1 vittoria, 2 pari, 9 sconfitte, 8 gol fatti 26 subiti. Dopo questo nuovo tracollo si è ipotizzato un nuovo allenatore. Ma il cambio della panchina è già avvenuto qualche settimana fa con l’arrivo del tecnico fiorentino Roberto Malotti. Per i dirigenti pratesi un vero rebus. Magari, se le casse lo consentono, rinforzare la squadra con l’ingaggio di qualche calciatori svincolato.

——————————–

RUBOR SIENA – CARRARESE 2 – 0

Autorevole riscatto della Robur Siena dopo due sconfitte, Piacenza ed Alessandria, consecutive. Un successo realizzato nel giro di due minuti : allo scadere del primo tempo rete di Marotta, all’inizio della ripresa di Mendecino.

Insomma una Robur Siena – si è pure qualificata per gli ottavo di finale della Coppa Italia Lega Pro – in crescita. Battere una Carrarese lanciata non era facile. Tra l’altro il Siena sul proprio campo aveva vinto una sola volta. Questa volta ha disputato una convincente prova meritandosi il successo.

La Carrarese si era presentata a Siena forte di ben cinque risultati utili consecutivi (3 successi e 2 pari). Non ha disputato una brutta partita. Ma certamente si è espressa su un livello inferiore rispetto ai matches precedenti. Comunque nessuna critica. Anzi la Carrarese sta ottenendo risultati migliori di quelli preventivati all’inizio del campionato.

———————————–

PISTOIESE – AREZZO 1 – 1

La Pistoiese acciuffa il pari proprio allo scadere della partita con un gol di Proia che pareggia quello messo a segno dopo un’ora di gioco da Grossi. Insomma la divisione dei punti è un risultato abbastanza giusto a conclusione di una partita gradevole sul piano tecnico ed agonistico. In fondo i pistoiesi nel primo tempo avevano anche colpito un palo da Rovini.

Gli aretini, pur privi di due pedine importanti quali Sarri e Moscardelli squalificati, proseguono nella loro eccellente marcia. Nelle ultime quattro partite hanno totalizzato 2 successi e 2 pareggi. Certo in trasferta non brillano più di tanto : sei partite una sola vittoria più 3 pari e 2 sconfitte.

Per la Pistoiese note meno liete. Dopo 12 giornate vanta un solo successo e la squadra si trova nella bassa classifica cioè in piena zona playout. Non vince da sei turni (3 sconfitte, 3 pari). La squadra non demerita specialmente sul piano dell’impegno, purtroppo sono pochi i punti che riesce a raggranellare.

———————————-

LUCCHESE – VITERBESE 2 – 1

A causa di un rigore concesso alla Lucchese a quattro minuti dalla fine ad alcuni in campo saltavano i nervi. Della Lucchese, già costretta a giocare in 10 l’ultimo quarto d’ora per l’espulsione di Bruccini, venivano espulsi l’allenatore Galderisi ed il secondo portiere Di Masi.

Finale di partita incandescente. Eppure fino a quel momento era scivolata via nella norma. La Lucchese era andava in vantaggio dopo mezzora con De Feo; aveva pareggiato la Viterbese a cinque minuti dalla fine con Diop. Poi il rigore trasformato da Terrani regalava alla Lucchese il quarto successo in campionato (terzo

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »