energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro: delle nove toscane vince solo la Carrarese Sport

Firenze – Quarta giornata del Girone B del campionato di Lega Pro. Un turno davvero negativo per le nove squadre toscane dal momento che solo la Carrarese ha centrato il risultato pieno battendo di misura Tuttocuoio.

Gli altri due derby toscani Arezzo-Pisa e Lucchese-Siena si sono chiusi in parità. Ancora una prova scialba del Prato, che in casa non va oltre il pari contro la modestissima Lupa Roma. Contro il Santarcangelo pari interno pure per la Pistoiese che deve ancora vincere una partita. Sconfitto il Pontedera. Ma ci stava questo stop visto che ospitava la “terribile” capolista Spal.

———————

AREZZO – PISA 1 – 1

Un rigore per parte entrambi realizzati. E sono stati quei due gol a siglate la partita. Dunque un derby, tornato dopo dodici anni, ricco di agonismo, abbastanza intenso, ma senza un vincitore.

L’Arezzo, reduce dal successo sul campo del Tuttocuoio, forse meritava l’intera posta in palio. Non solo perché ha offerto un gioco valido, aggressivo, ma anche perché ha colpito due pali a portiere battuto. Insomma voto alto all’allenatore Capuano.

Nel primo tempo Capece, su penalty portava l’Arezzo in vantaggio, quasi in apertura di partita. E poi colpiva un palo con Tremolada. Al riposo amaranto in vantaggio.

Nella ripresa, a20 minuti dalla fine il Pisa pareggiava con un  penalty calciato da Ricci. Nel finale l’Arezzo tentava di vincere, ma al suo attivo solo un altro palo colpito da Defende. Giusto il disappunto dell’allenatore Capuano che in questa occasione ha dovuto pure rinunciare a Cori e Brumet.

Il Pisa ha lottato con slancio, interpretando la grinta del suo allenatore Gattuso. Non si è mai arreso. Ed ha pareggiato a 20 minuti dalla fine con il tiro dal dischetto autore Ricci. Quindi rimane imbattuto e quindi nell’alta classifica e deve recuperare il match con il Teramo.

Due vittorie (in casa con il Prato e l’Ancona) ed il pari ad Arezzo nella sua prima trasferta. I numeri sono dalla sua parte, ma Gattuso deve perfezionare i meccanismi sia in attacco in quanto fatica a trovare la strada per battere a rete. Ad Arezzo le conclusioni di sono contate sulle dita di una mano. Meglio nerlla zona di costruzione. Qualcosa da metere a punto anche in difesa. Ad Arezzo (assenti l’albanese Canì, Dicuonzo, Di Tacchio) ha sofferto, salvato il risultato, confermato di disporre di un buon gruppo di giocatori. Ma se il pisa intende puntare alla serie B deve ancora crescere.

—————————

Lucchese-Siena è un derby che torna dopo una quindicina di anni. Le due squadre si presentano reduci da un pareggio. La Lucchese conquistato a Macerata, il Piena in casa contro il Prato. Si profila una partita ad alta tensione, ma non dovrebbero mancare anche scampoli di bel gioco.

L’altro derby toscano si gioca a Carrara ospite Tuttocuoio. La squadra di casa non ha giocato nell’ultima giornata. Quella ospite, che rappresenta Ponte a Egola, cittadina della provincia di Pisa, invece cercherà di riscattarsi dalla sconfitta interna sofferta contro l’Arezzo. In classifica le due squadre sono insieme con due punti.

Previsioni?. Niente. Vale una vecchia tesi : i derby non hanno pronostico.

——————

PISTOIESE-SANTARCANGELO 0 – 0

La Pistoiese ha attaccato con determinazione, segnatamente nella ripresa. Ma non è riuscita a far breccia nella munita difesa del Santarcangelo. Per la verità i padroni di casa avevano avuto l’occasione per passare in vantaggio su rigore. Ma Sinigaglia calciava sul portiere romagnolo che non aveva problemi a bloccare.

Dunque gli “arancioni” in quattro partite hanno totalizzato solo due pari (prima con il Siena). E segnato un solo gol. L’allenatore Massimiliano Alvini anche in questa partita –assenti Lo Sicco e Merini – aveva capito che davanti la Pistoiese pungeva poco. Con le sostituzioni aveva varata la squadra a trazione anteriore. Ma non è bastato a sbloccare l’incontro dal doppio zero. Pure il Santarcangelo deve ancora vincere una partita avendo totalizzato solo tre pareggi.

———————-

CARRARESE – TUTTOCUOIO 1 – 0

Vittoria di misura dei marmiferi. Ma tutto sommato risultato giusto anche se la squadra di Ponte a Egola si è battuta alla grande e nel finale poteva pure pareggiare quando la palla calciata da Shekiladze si è stampata sulla traversa.

Quindi merito della Carrarese – nella precedente giornata è rimasta non ha giocato – che segnatamente nel primo tempo, terminato zero a zero, ha attaccato molto e sfiorato il gol segnatamente nelle battute iniziali del match.

Andava a bersaglio invece dopo una decina di minuti dall’inizio della ripresa grazie ad una prodezza dell’ivoriano Gnahore, uno tra i migliori in campo. Nella parte conclusiva dell’incontro i marmiferi curavano in particolare la difesa anche perché nell’ultima quarto giocano hanno giocato in dieci per l’espulsione di Cavion per doppia ammonizione.

————————-

TERAMO- SAVONA 2 – 1

Prima partita del campionato per queste due squadre che partono penalizzate di sei punti. Vince con merito il Teramo. Le tre reti tutte nel primo tempo. Andavano in gol i padroni di casa con Da Silva; pareggiava il Savona con Steffè; tornavano in vantaggio gli abruzzesi con Altobello.

Ripresa senza troppe emozioni – Teramo ancora vicino al gol – e Savona che finiva in dieci per l’espulsione di Rossini allo scadere della partita.

————————–

LUCCHESE – SIENA 0 – 0

Non è stato un grande derby. Molto agonismo, gioco non sempre di qualità. Lucchese e Siena sono tornate a confrontarsi dopo una quindicina di anni e non sono riuscire a sbloccare il risultato dallo zero a zero.

Ha cercato la rete con più determinazione la Lucchese che nel primo tempo ha pure colpito un palo. Insomma molta corsa, molto spettacolo, ma scarsa concretezza. Il Siena, quattro partite, quattro pareggi, quindi è ancora alla ricerca del primo successo ha confermato di essere bene organizzato in fase difensiva. Deve crescere in attacco che fatica a trovare la strada per calciare a rete.

Comunque giocava in trasferta ed ha giocato gli ultimi venti minuti in dieci per l’espulsione di Boron per doppia ammonizione.

—————-

RIMINI-MACERATESE 1 – 0

Una partita che sembrava destinata a finire a reti bianche. E sarebbe stato anche un risultato accettabile. Invece al 95’, ultimo dei cinque minuti di recupero il Rimni passava in vantaggio grazie alla rete dell’attaccante Ragatzu.

—————————-

PRATO – LUPA ROMA 1 – 1

La partita ha confermato che Prato e Lupa Roma hanno più di un problema. La partita ha mostrato lacune da entrambe le squadre. Si è conclusa con una rete per parte. Segnava prima la squadra romana, dopo una ventina di minuti con l’argentino Leccese, pareggiava il Prato alla mezzora con Capello. Gli ultimi 12’ lanieri in dieci per l’espulsione di Ghidotti per doppia ammonizione.

Un pari giusto che però mantiene tutti gli allarmi per le due società. I lanieri due punti in quattro partite. Tra l’altro l’ultimo conquistato in casa contro i romani che avevano collezionato solo sconfitte. Dirigenti ed allenatore pratesi devono sedersi ad un tavolo ed affrontare una situazione davvero preoccupante.

————————–

PONTEDERA – SPAL 0 – 2

La vittoria della Spal non è una sorpresa. La squadra estense diretta dal fiorentino Leonardo Semplici dopo quattro giornate è a punteggio pieno con nove reti all’attivo ed una soltanto al passivo. Insomma è forte in attacco e solida in difesa. Guida in modo travolgente la classifica e legittima le sue aspirazioni di promozione.

Il Pontedera, con il recuperato difensore Vettori, ma senza lo squalificato Di Santo, lottava dall’inizio alla fine, ma non riusciva ad evitare la sconfitta. Uno stop che rientrava nelle previsioni. Quindi niente critiche. L’undici pontederese deve archiviare subito questa sconfitta e concentrarsi al massimo sulle due immediate partite dalle quali sono attesi. Mercoledi recupererà la partita a Savona e domenica sarà ospite della maceratese.

———————–

ANCONA – L’AQUILA 1-0

Giusta successo dei dorici che hanno gestito la partita fino dalle battute iniziali. Hanno vinto per una sola rete segnata da Lombardi dopo una decina di minuti della ripresa con un violento tiro da lontano, ma avrebbero potuto anche raddoppiare. L’Ancona si è confermata squadra tosta ed equilibrata. L’Aquila in questa partita è apparsa sotto tono, insomma al disotto delle sue reali possibilità.

————————-

 

CLASSIFICA ATTUALE

Spal p. 12;

Rimini e Pisa p. 7;

Ancona p.6;

L’Aquila, Lucchese, Carrarese ed Arezzo p. 5;

Pontedera, Macerata e Siena p. 4;

Santarcangelo p. 3;

Tuttocuoio, Pistoiese e Prato p. 2;

Lupa Roma p. 1;

Teramo a -3;

Savona a -6.

———————-

RISULTATI

Teramo-Savona 2-1; Pistoiese-Santarcangelo 0-0; Rimini-Maceratese 1-0; Arezzo-Pisa 1-1; Pontedera-Spal 0-2; Prato-Lupa Roma 1-1; : Ancona-L’Aquila 1-0; Carrarese-Tuttocuoio 1–0; Lucchese-Siena 0-0.

——————-

I recuperi Ancona-Teramo e Savona-Pontedera saranno giocati mercoledi 30 settembre alle ore 20,30. Devono recuperare, ma non sono state ancora fissate le date, una partita Pisa, Maceratese, Carrarese, e Santarcangelo; ne devono recuperare altre due, oltre a quelle di mercoledì 30 settembre, Teramo e Savona.

———————-

Print Friendly, PDF & Email

Translate »