energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro: Livorno terzo, il Prato respira Sport

Firenze – Al vertice situazione immutata. Alessandria e Cremonese superano il turno quindi restano tre i punti che dividono la capolista piemontese dai lombardi.

Delle nove squadre toscane vincono Livorno, che aggancia al terzo posto l’Arezzo; il Prato che si allontana dalla bassa classifica e Lucchese che consolida il suo posto nella zona centrale della classifica.

I due derby toscani –Arezzo-Pontedera e Tuttocuoio-Siena – si sono chiusi in parità; mentre Pistoiese e Carrarese sono uscite sconfitte.

—————————-

TUTTOCUOIO – ROBUR SIENA 1 – 1

I neroverdi di Ponte a Egola si sono visti “strappare” il successo da una Robur Siena all’ultimo minuto del recupero. Al Tuttocuoio quei tre punti sarebbero stato ossigeno per la sua mediocre classifica. Invece continua in una marcia preoccupante considerato che nelle ultime 6 partite ha messo insieme appena 6 punti.

Troppo pochi per uscire dalla zona playout. I padroni di casa avevano segnato dopo una ventina di minuti con Falivena, rete contestata dai senesi. E su quel gol erano andati avanti fino agli ultimi secondi del match.

Note dolenti anche per la Robur Siena reduce dalla battuta d’arresto in casa per mano della Cremonese. E con le proteste dei tifosi. A giustificazione di una prova non brillante dei bianconeri le assenze di Castiglia, Angelo Di Stasio e da tempo Freddi, Secondo e Campagnacci. Comunque un pareggio in trasferta è sempre un risultato accettabile. Il Siena deve vincere più spesso in casa.

——————————-

 AREZZO – PONTEDERA 1 – 1

E’ stato un derby con molti episodi. Alcuni pure contestati. Ed un risultato sostanzialmente giusto. Ed è successo tutto nella ripresa dopo che il primo tempo si era chiuso senza reti. Un primo tempo con il Pontedera in cattedra nella prima parte. Mentre l’Arezzo assumeva l’iniziativa nella seconda parte.

Nella ripresa gli episodi decisivi e tanto nervosismo in campo. Al 50’ Pontedera in dieci per l’espulsione di Videtta e rigore per l’Arezzo calciato da Erpen e parato da Lori.

L’Arezzo, senza Luciani, Grossi, Demba e De Feudis, sbloccava il risultato con il solito Moscardelli aduna dozzina di minuti dalla fine. Il bomber aretino metteva a segno su punizione. Ma il Pontedera aveva una vibrante reazione- sebbene in inferiorità numerica e lamentando le assenze di Gemignani, Della Latta e Risaliti – ed al 90° pareggiava con Kabashi. Dunque sesto risultato utile consecutivo per i granata pontederesi che in classifica occupano una zona tranquilla; mentre l’Arezzo viene agganciato dal Livorno al terzo posto in classifica.

———————————-

  PRATO – OLBIA 2 – 1

Prezioso successo del Prato che incassa tre punti importanti per la sua modesta classifica. I lanieri venivano da due sconfitte (Pontedera e Livorno) e senza Giovanni Tomi squalificato. Inoltre andavano sotto dopo appena due minuti di partita per la rete di Muroni. Insomma un avvio da incubo.

Ma la squadra aveva una positiva reazione ed al quarto d’ora pareggiava con Molfetta. E raddoppiava al 42’ con Moncini. Una volta ribaltato il risultato il Prato controllava l’Olbia facilitato anche dalla circostanza che dopo un’ora di gioco i sardi restavano pure in dieci per l’espulsione di Piredda per doppia ammonizione.

Giusto ottimismo nel clan del Prato perché ora la squadra sta offrendo un ottimo football anche se spesso non confortato dai risultati positivi. I sardi sono in grave crisi (non vincono dal 22 gennaio) e sono scivolati in zona playout.

———————————

  CARRARESE – ALESSANDRIA 0 – 1

Niente da fare per la Carrarese contro la capolista. Tra l’altro apuani senza Belfasti, Rampi, Finocchio, De Micheli. L’Alessandria era arrivata a Carrara con i nervi a fior di pelle per la sconfitta interna per mano del Giana. Tra l’altro nel programma della Carrarese non figurava certo il successo contro i piemontesi. Magari tenterà di acciuffare i tre punti nella prossima partita che giocherà a Viterbo.

Il gol dell’Alessandria  è stato realizzato alla mezzora da Barlocco. I padroni di casa si sono battuti con slancio. Ma sinceramente l’Alessandria mostrava di avere una marcia in più.

———————————

LUCCHESE – RACING ROMA 2 – 1

Per la Lucchese un successo più sofferto del previsto. Comunque importante perché in classifica mette la squadra in una zona serena. A parziale giustificazione per i toscani le numerose assenze (Ronchi, Zecchinato, D’Auria, Maini). Situazione invece drammatica per il Racing Roma sempre più fanalino di coda con 20 sconfitte.

Primo tempo senza gol. Apriva le segnature De Feo al 59’ e con Raffini la Lucchese raddoppiava due minuti dopo. Racing Roma in dieci per l’espulsione di Ungaro (rosso diretto) che accorciava le distanze con Vastola.

——————————

      VITERBESE – PISTOIESE 1 – 0

Quando sembrava scontato che la partita sarebbe finita senza reti, e sarebbe stato il risultato più giusto, la Viterbese, in zona Cesarini, trovava il gol su punizione calciato da Sandomenico. Giusta tanta amarezza nel clan pistoiese. Una battuta d’arresto però che in classifica non dovrebbe creare problemi alla squadra di Atzori visto che si trova in una posizione abbastanza tranquilla.

—————————–

PRO PIACENZA –LIVORNO 0 – 2

Il Livorno, dopo il deludente pareggio interno con la Lupa Roma, è tornato ad esprimersi su ottimi livelli ed è passato a vele spiegate sul campo della Pro Piacenza che in casa non perdeva dal 27 novembre.

I labronici pur senza Cellini, Gemmi, Gonnelli, Rossini e Michele Franco hanno tenuto in pugno la partita fino dalle prime battute e con questo successo possono alimentare le sperane di conquistare il secondo posto in classifica.

La squadra livornese andava in gol dopo soli cinque minuti con Vantaggiato e dimostrava di saper gestire con sicurezza il match. A dare più tranquillità alla squadra di Foscarini allo scadere del primo tempo. Rete, la settima personale, di Maritato.

Il Pro Piacenza che delle ultime cinque partite disputate in casa ne aveva vinte quattro, tentava nella ripresa di raddrizzare il match, ma senza esito.

————————————-

  GIANA –PIACENZA 3 – 2

Giana lanciatissima. Una settimana fa ha liquidato la capolista Alessandria, oggi chiudeva il primo tempo con tre reti all’attivo e zero gol di un Piacenza disorientato dalle azioni ficcanti dei lombardi.

Andavano a bersaglio nel quarto d’ora prima del riposo nell’ordine Pinto, Iovine e Biraghi a conclusione di un vero monologo. Su questo risultato la partita andava alla fine. Il Piacenza segnava due reti nei minuti di recupero, quando la iana aveva già tirato i temi in barca, prima con Segre poi con Razzitti.

———————————

CREMONESE – COMO 3 – 1

La Cremonese ha vinto il match e si mantiene a soli tre punti di distacco dalla capolista Alessandria. E’ stata una partita che i padroni di casa hanno controllato con sicurezza dall’inizio alla fine.

La Cremonese andava al riposo con il risultato di 2 a 0. Prima aveva segnato prima con Canini, poi con Maiorino. Nella parte iniziale della ripresa il Como accorciava le distanze con una rete di Bertani. Ma poco dopo, ancora con Maiorino, la Cremonese tornava a consolidare il vantaggio.

———————————-

LUPA ROMA – RENATE 0 – 0

Un pareggio, tutto sommato, giusto. Ci sono state più occasione dalle due parti. Ma sono stati tanti gli errori in fase conclusiva. Al 90’ espulso per proteste David De Michele, allenatore della Lupa Roma.

Questo pareggio non soddisfa nessuna delle due squadre. Alla Lupa Roma serviva un successo per migliorare la sua precaria classifica; al Renate per consolidare la sua posizione in zona playoff.

——————————-

  CLASSIfICA– GIRONE A

1°) Alessandria p. 69;

2°) Cremonese p. 66;

3°) Livorno ed Arezzo p. 60;

4°) Giana p. 59;

6°) Piacenza p. 52;

7°) Viterbese p. 50;

8°) Renate p. 47;

9°) Como p. 46;

10°) Pro Piacenza p. 45;

11°) Lucchese p. 44;

12°) Robur Siena p. 39;

13°) Pistoiese e Pontedera p. 38;

15°) Carrarese e Tuttocuoio p. 33;

17°) Olbia, Prato p. 32;

19°) Lupa Roma p. 31;

20°) Racing Roma p. 25.

————————————-

CLASSIFICA MARCATORI

18 RETI Bocalon (Alessandria);

17 RETI : Gonzalez (Alessandria);

16 RETI : Brighenti (Cremonese);

15 RETI : Forte (Lucchese); Moscardelli (Arezzo)  e Bruno (Giana);

14 RETI : Pesenti (Pro Piacenza); De Sousa (Racing Roma);

12 RETI : Marotta (Siena);

11 RETI : Cellini (Livorno); Neglia (Viterbese); Santini (Pontedera);

10 RETI : Polidori (Arezzo); Taugourdeau (Piacenza); Floriano (Carrarese);

9 RETI : Marzeglia (Renate); Moncini (Prato); Scappini (Cremonese);

8 RETI : Chinellato (Como); Capello (Olbia); Razzitti (Piacenza); Shekiladze (Tuttocuoio); Fofana (Lupa Roma); Colombo e Rovini (Pistoiese); Maiorino (Cremonese);

7 RETI : Ragatzu (Olbia); Maritato (Livorno); Gullit (Giana); De Feo (Lucchese);

6 RETI : Berlingheri, Scarselli e Stanco (Cremonese); Murillo (Livorno); De Feo (Lucchese); Romero (Piacenza); Tavano (Prato); Musetti (Pro Piacenza); Bunino (Siena); Marano e Sandomenico (Viterbese); Pessina e Le Noci (Como). Kouko (Olbia).

——————————–

GIRONE A – 14° DI RITORNO

RISULTATI  -–  Viterbese –  Pistoiese 1-0;    Giana – Piacenza  3-2;   Carrarese –  Alessandria 0-1;   Cremonese – Como  3-1;    Pro  Piacenza – Livorno 0-2;    Prato – Olbia, 2-1;    Arezzo – Pontedera 1-1;   Lucchese – Racing  Roma, 2-1;   Lupa  Roma – Renate 0-0;    Tuttocuoio – Siena 1-1.

——————————-

15° DI RITORNO – GIRONE A

SABATO 8 APRILE – Giana-Arezzo, ore 16,30; Pontedera-Livorno, ore 18,30; Pistoiese-Lucchese; Cremonese-Lupa Roma, ore 14,30; Racing Roma-Olbia; Alessandria-Prato, ore 18,30; Piacenza-Pro Piacenza; Siena-Renate, ore 14,30; Como-Tuttocuoio, ore 14,30; Carrarese-Viterbese, ore 18,30.

————————

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »