energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Lega Pro: Pisa batte Spal e torna in lizza per il primato Sport

Firenze – Quasi 10mila sugli spalti dell’Arena Garibaldi ad applaudire la vittoria del Pisa sulla capolista Spal. Una vittoria sofferta ottenuta in rimonta. Ora il distacco dei nerazzurri di Gattuso è sceso a cinque punti dalla vetta della classifica. Quindi si riapre la lotta per il successo finale nel girone. Il Pisa ha pure allontanato la Maceratese – ha solo pareggiato a L’aquila – che in classifica incalzava ad un punto la squadra pisana.

Il Siena ha espugnato il campo dell’Arezzo. Vincere un derby così sentito sicuramente favorisce un dialogo più sereno con la tifoseria. Successo del Pontedera sempre più in alto, sul Prato sempre più in allarmante crisi. E della Carrarese sulla Lupa Roma. Buon pareggio della Lucchese a Savona e tracollo del Tuttocuoio a Santarcangelo di Romagna. Immeritato stop della Pistoiese ad Ancona e, purtroppo, la squadra scivola nella bassa classifica.

——————-

  PISA – SPAL 2 – 1

Grande partita. Tante emozioni. Quasi diecimila spettatori. Giusto successo del Pisa che nella ripresa ha ribaltato il risultato del primo tempo che la Spal aveva chiuso con una rete realizzata poco prima del riposo con Mora (colpo di testa su calcio d’angolo).

Ma il Pisa trovava il pari subito in apertura della ripresa con Peralta. A quel punto veniva fuori il carattere forte, la ferma determinazione di vincere dei giocatori di Gattuso (merito suo se la squadra dimostra un carattere così) che allo scadere di un’ora di gioco realizzava con Mannini la rete del successo (quarto gol personale).

La capolista, guidata dal fiorentino Leonardo Semplici, non trovava mai la forza per rendersi pericolosa. Anzi al 90’ perdeva Giani espulso per doppia ammonizione. Così la Spal finiva in dieci incassando la quarta sconfitta in campionato.

Con questa vittoria sofferta, ma meritata, il Pisa riapre i giochi per il primo posto in classifica. Il suo distacco dalla capolista Spal si è ridotto a cinque punti. Quindi ci sono reali possibilità per realizzare il sogno di vincere il Girone B e salire direttamente in serie B.

————————

      AREZZO – SIENA 0 – 1

Decima vittoria del Siena. Un successo concretizzato ad una decina di minuti alla fine con Portanova. La Robur Siena riprende così fiato considerato l’andamento altalenante di questi ultimi tempi ed i rapporti non proprio esaltanti con la tifoseria (ultime sei partite : due vittorie Pontedera e Arezzo; due pari Pisa e Spal; due sconfitte Maceratese e Lupa Roma).

Amaro stop per Arezzo. Non meritava la sconfitta visto che in fondo aveva condotto la partita con lunghi periodi di possesso palla. Certo se non vince da sei giornate : due sconfitte Pontedera e Siena e tre pari Ancona, Teramo e Lucchese. Comunque nessun problema. La squadra in classifica occupa un posto di assoluta tranquillità.

—————————–

CARRARESE –LUPA ROMA 3 – 0

Undicesima vittoria per la Carrarese. E quinto posto in classifica. Dieci e lode ad una squadra che ha alle spalle una società fallita e procede con la gestione provvisoria.

Il risultato numerico esprime da solo la differenza delle squadre in campo anche se penalizza più del dovuto la squadra romana, penultima in classifica. C’è da precisare che la Carrarese, andata in vantaggio dopo dieci minuti di partita con una rete di Davide Cais (5° gol personale), non riusciva più a muovere il risultato fino alle ultimissime battute del match.

Anche se Lupa Roma giocava l’ultimo quarto d’ora in dieci per l’espulsione di Losi. Infatti raddoppiava al 90’ con Erpen e faceva tris nei minuti di recupero con Brondi.

——————————-

        ANCONA – PISTOIESE 2 – 1

Pistoiese sfortunata perché meritava il pari. Invece è stata sconfitta a partita virtualmente scaduta. Infatti allo scoccare del 90’ l’Ancona, quando sicuramente non ci sperava più, segnava il secondo gol con Lombardi (era entrato in campo negli ultimi 25 minuti).

Peccato. La squadra di Massimiliano Alvini aveva meritatamente chiuso il primo tempo in parità. Ancona in vantaggio dopo un quarto d’ora; Pistoiese che pareggiava alla mezzora con Mungo.

Una ripresa equilibrata anche se i dorici, naturalmente, giocavano più palle, e quando tutti ormai aspettavano la fine arrivava il gol dell’Ancona. E così la Pistoiese nelle ultime cinque partite ha totalizzato due sconfitte e tre pareggi. Vista la classifica non sarebbe male se domenica contro la Carrarese tornasse al successo.

———————–

    PONTEDERA-PRATO 2 -0           

Terza vittoria consecutiva per il Pontedera (Lucchese, Pistoiese, Prato). Con questo successo, meritatissimo, La squadra di Paolo Indiani si è portata a ridosso delle prime in classifica.

Ha vinto con una rete per tempo : prima andava bersaglio Scappini su rigore (22 i gol personali di questo bomber che guida alla grande la classifica dei marcatori). A dieci minuti dalla fine raddoppiava Risaliti.

Il Prato è in piena, grave crisi. Non vince da una dozzina di partite, è terzultimo in classifica; nemmeno l’arrivo in panchina del fiorentino Roberto Melotti ha fermato questa caduta in verticale della squadra (una settimana fa il Prato è stato battuto a Macerata). A rendere più complicata la prova dei pratesi l’assenza di Matteo Cavagna, Alessandro Capello e Morten Knudsen.

 

       SAVONA – LUCCHESE 0 – 0

Una partita scialba. Un pareggio che non è servito a nulla al Savona destinato ormai a retrocedere; importante invece per la Lucchese in quanto le serve ad allontanarsi dalla zona playout.

Buona prova dei toscani sebbene senza lo squalificato Giovanni Terreni e giocando l’ultimo quarto d’ora in dieci per l’espulsione di Fanucchi per doppia ammonizione. Sabato sarà in casa contro il Pisa. In quella circostanza servirà una Lucchese in grado di esprimere un gioco di maggior caratura e più concretezza per evitare un possibile brutto risultato.

—————————

SANTARCANGELO – TUTTOCUOIO 4 – 1

Brutto stop di Tuttocuoio. Inaspettato segnatamente nel risultato numerico. La squadra di Cristiano Lucarelli, sebbene priva dello squalificato Alessandro Marchetti, è incappato proprio in una giornata no.

Il Santarcangelo, squadra da mille incredibili risorse, ha dominato nel primo tempo chiuso con 3 gol di vantaggio (reti di Guidone, Margiotta ed Ilari)

Nella ripresa Tuttocuoio, finalmente, usciva dal torpore. Una rete per parte. Segnavano i toscani con Giovinco su rigore ed il Santarcangelo ancora con Guidone.

————————-

     L’AQUILA – MACERATESE 1 – 1

Un pareggio che magari può aiutare l’Aquila a lasciare la zona playout (c’è dentro anche a seguito di sette punti di penalizzazione); mentre non serve alla Maceratese che dopo essersi portata nella scia del Pisa ora salgono a tre i punti il suo distacco dai nerazzurri pisani.

E’ stata una partita divertente che vedeva in vantaggio la Maceratese alcuni minuti prima del riposo con un gol di Maccarone; pareggiava L’Aquila su rigore realizzato dal croato Milicevic.

———————

   TERAMO – RIMINI 1-1

La partita si è sbloccata ad un quarto d’ora dalla fine. A quel punto, nel giro di un minuto, sono stati realizzati due gol. Uno per parte. In vantaggio il Teramo con Paolantonio, pareggiava immediatamente il Rimini con Bifulco. Su quel pareggio si chiudeva la partita.

Il Rimini, che aveva minacciando di non presentarsi nemmeno a Teramo per sciopero, alla fine accettava di giocare con i tifosi che hanno pagato alla squadra la trasferta a Teramo. Ma i giocatori riminesi restano sul piede di guerra contro i dirigenti perché da molto tempo non ricevono più lo stipendio.

——————————-

CLASSIFICA

Spal p. 61;

Pisa p. 56;

Maceratese p. 53;

Ancona p. 49;

Carrarese p. 43;

Pontedera p. 42;

Siena p. 41;

Carrarese p. 40;

Teramo p.38;

Arezzo p. 37;

Tuttocuoio p. 33;

Lucchese e Santarcangelo p. 32:

Rimini p. 30;

Pistoiese e L’Aquila p. 29;

Prato p. 26;

Lupa Roma p. 21;

Savona p. 12.

————————-

RISULTATI

Savona-Lucchese 0-0; Santarcangelo-Tuttocuoio 4-1; Teramo-Rimini 1-1; Pontedera-Prato 2-0; Ancona-Pistoiese 2-1; Arezzo-Siena 0-1; L’Aquila-Maceratese 1-1; Pisa-Spal 2-1; Carrarese-Lupa Roma 3-0.

——————–

30° GIORNATA

SABATO 9 APRILE– Rimini-Savona, ore 14; Maceratese-Tuttocuoio, ore 15; Lupa Roma-Arezzo, ore 16,30 campo di Aprilia; Lucchese-Pisa, ore 17,30; Siena-Teramo, ore 173,0; Spal-Santarcangelo, ore 20,30.

DOMENICA 10 – Pistoiese-Carrarese, ore 15; Prato-L’Aquila, ore 15; Pontedera-Ancona, ore 17,30.

————————–

Print Friendly, PDF & Email

Translate »