energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Lega Pro: Pisa vicino alla vetta, imbattute le squadre toscane Sport

Firenze – Sono stati sei gli anticipi ieri pomeriggio della 22° giornata del Girone B del Campionato di Lega Pro. In campo c’era sei squadre toscane nessuna delle quali è stata sconfitta.  Ma certo il risultato più atteso, più importante è arrivato da Pisa. La squadra di Gattuso ha vinto ed ha ridotto a sette i punti di distacco dalla capolista Spal  che ieri ha solo pareggiato. Si riapre così la lotta per il successo finale del Girone B.

Successo anche della Pistoiese ed i tre punti conquistati sono ossigeno per la sua magra classifica. Senza reti e senza emozioni il derby a Prato ospite la Lucchese. Quattro punti per la Carrarese nelle due ultime partite.

—————- ————-

PRATO – LUCCHESE  0 – 0

Il Prato era reduce dalla vittoria contro Lupa Roma; la Lucchese dalla sconfitta a Siena. In questo derby un punto ciascuno. Giusto così a conclusione di un derby con poche emozioni, poche azioni da gol.

Comunque per il Prato, dopo una striscia di risultati negativi, in queste ultime due partite ha messo insieme quattro punti. E sono ossigeno per la classifica dei lanieri ancora ai margini della zona playout. Per il Prato è stato il sesto pareggio.

Per la Lucchese, invece, è il quarto pareggio (secondo in trasferta). Con una squadra senza diversi titolari e contro un avversario agguerrito come il Prato, non è da buttare per la Lucchese il punto conquistato.

————————

 PISA – SANTARCANGELO 2 – 1

Forza Pisa. I nerazzurri di Gattuso vincono, la capolista invece pareggia. Così il distacco dei nerazzurri pisani dalla Spal si riduce a sette punti. Sono ancora tanti. Ma questo avvicinamento alla vetta conferisce slanci, speranze, voglia di lottare all’ombra della torre pendente per il successo finale del girone B che consente di salire direttamente in serie B.

Certo l’inizio della partita aveva promesso tempesta per i toscani visto che dopo una decina di minuti il Santarcangelo, squadra garibaldina e coraggiosa, andava in vantaggio con una rete di Guidone. Panchina e tifosi pisani in silenzio assoluto.

Solo Gattuso si agitava, spingeva a gran voce i suoi giocatori. E la squadra non lo deludeva. Nel giro di cinque minuti intorno alla mezzora ribaltava il risultato con una doppietta di Verna che ha portato ad otto i gol personali.

Nella ripresa il Pisa si limitava, giustamente, a controllare la partita, a neutralizzare le folate dei romagnoli. Compito che conduceva in porto con abbastanza sicurezza. Ed al fischio finale esultanza in campo e sulle tribune. Pisa, che una settimana prima ancora in casa, aveva liquidato anche l’Arezzo, è tornata a sorridere.

————————–

PISTOIESE – LUPA ROMA  2 – 1

E’ stata la Pistoiese a vincere questa sfida salvezza. Successo di stretta misura, ma nettamente meritato. Certo nonostante i validi arrivi con il mercato di gennaio, la Pistoiese ha ancora alcuni problemi da risolvere.

Una vittoria meritata, ma anche favorita dall’espulsione del romano Celli in conseguenza della quale la Lupa Roma giocava un’ora in dieci. Primo tempo senza reti e con poche emozioni. Comunque sono stati i padroni di casa più attivi e più vicini a segnare.

Il primo gol della Pistoiese è arrivato in apertura di ripresa. Autore l’attaccante Rovini che si ripeteva allo scadere di un’ora di gioco (4° gol personale). E poco prima dl fischio di chiusura la squadra romana accorciava le distanze con Belkai.

Per gli “arancioni” importante era vincere (venivano da due sconfitte consecutive (Spal e Santarcangelo). Ci sono riusciti e per questo vanno elogiati. Con questi tre punti la squadra si allontana un po’ dalla zona minata di playout. Certo se acciuffasse qualcosa punto anche nel derby di sabato prossimo a Lucca…………”.

——————————-

AREZZO – SAVONA 1 – 0

Correndo pure qualche rischio di troppo, l’Arezzo ha condotto in porto un successo importante per la sua classifica. Un successo siglato dalla rete di Feola allo scadere del primo tempo. Un successo che ha consentito alla squadra di Capuano di rialzarsi subito dopo la caduta di una settimana fa a Pisa.Per l’Arezzo è stata la sesta vittoria e continua a detenere con 12 partite il record dei pareggi.

Il Savona, ultimo in classifica a causa di 14 punti di penalizzazione e sebbene rigenerato da alcuni innesti recenti (mancava lo squalificato Cabeccia) non è riuscito nella ripresa a recuperare lo svantaggio. Merito anche dell’attenta difesa aretina. E così ha dovuto incassare la decima sconfitta. La partita è stata diretta, senza apprezzabili errori, dalla signora Giova

nna Farinelli di Roma,

———————

      L’AQUILA – SPAL 0 – 0

Fermata la capolista. La Spal veniva da tre vittorie consecutive – Rimini, Pistoiese, Pontedera – epure l’Aquila vantava tre risultati utili consecutivi. Insomma sulla carta il match era tutta da giocare visto che gli abruzzesi si esibivano in casa.

Per la capolista è stato il sesto pareggio (quarto in trasferta) su 22 partite. Anche per L’Aquila terz’ultima in classifica, a seguito delle penalizzazioni, è stato il sesto risultato di parità.

——————–

  ANCONA – CARRARESE 0 – 0

E’ stata una partita scialba. Due squadre che hanno corso molto, ma senza risultati concreti. Comunque la Carrarese, priva dello squalificato Leonardo Massoni, porta a casa un punto molto utile per restare nell’aera dei playoff. La partita ha offerto un primo tempo senza acuti, una ripresa più viva con l’Ancona abbastanza offensivo, ma ogni attacco veniva neutralizzato dalla difesa dei marmiferi molto attenta e valida. Nelle due ultime partite la Carrarese non ha incassato nemmeno un gol (una settimana fa aveva vinto 1 a 0 sul campo del Tuttocuoio).

——————

OGGI UNA SQUADRA TOSCANA

               IN CIASCUNA DELLE TRE PARTITE

Oggi domenica le altre tre partite del 22° turno. Il Siena, che si è qualificato per le semifinali della Coppa Italia di Lega Pro, gioca a Rimini. La squadra bianconera sembra aver trovato un buon rendimento (è reduce da un successo anche in campionato contro la Lucchese) dunque può credere in un successo.

Il Pontedera, battuto a Ferrara dalla Spal – ma è uscito dal campo con tutti gli onori – e senza gli squalificati Andrea Gemignani e Evis Kabaski, oggi ospita una Maceratese in salute. Ma se esprimerà una cifra di gioco pari a quella fornita a Ferrara vincerà. Magari con un po’ di fatica, il confronto con i marchigiani.

Infine il Tuttocuoio che ritrova il suo allenatore  Cristiano Lucarelli tornato in panchina dopo avere scontato un pesante squalifica. La squadra di Ponte a Egola, di scena a Teramo, dopo uno splendido avvio di campionato, è da qualche settimana in crisi. E così la sua posizione in classifica non è più tranquilla come un tempo. Pertanto a Teramo non sarebbe male se riuscisse a strappare almeno un punto.

—————————–

CLASSIFICA

Spal p. 48;

Pisa p. 41;

Maceratese p. 37

Ancona p. 35;

Carrarese p. 34;

Siena p. 33;

Arezzo p. 30;

Pontedera p. 29;

Lucchese p. 25;

Tuttocuoio, Prato e Teramo p. 24;

Pistoiese p. 22;

Santarcangelo p.20;

Rimini p. 18;

L’Aquila p. 16;

Lupa Roma p. 12;

Savona p. 10.

——————-

RISULTATI

L’Aquila-Spal 0-0; Pistoiese-Lupa Roma 2-1; Ancona-Carrarese 0-0; Arezzo-Savona 1-0; Prato-Lucchese 0-0; Pisa-Santarcangelo 2-1.

————-

OGGI DOMENICA– Pontedera-Maceratese, ore 15, arbitro Francesco Guccini di Albano Laziale; Rimini-Siena, ore 15, arbitro Ivan Robilotta di Sala Consilina; Teramo-Tuttocuoio, ore 17,30, arbitro Vincenzo Fiorini di Frosinone.

—————————–

23° GIORNATA

(sesta del girone di ritorno)

SABATO 20 – Savona-L’Aquila ore 14; Lucchese-Pistoiese ore 15; Rimini-Pontedera ore 15; Tuttocuoio-Pisa ore 15 stadio di Pontedera; Carrarese-Arezzo ore 17,30.

————–

DOMENICA  21 – Lupa Roma-Teramo ore 15; Maceratese-Ancona ore 15; Siena-Santarcangelo ore 17,30; Spal-Prato ore 17,30.

—————————

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »